Donald Trump: “L’odio è scatenato e alimentato dai media e dalle loro fake news”

lunedì 5 agosto 16:31 - di Giovanni Trotta

Dopo El Paso e Dayton, il presidente americano Donald Trump punta il dito contro media e fake news. “I media hanno una grossa responsabilità per la vita e la sicurezza nel nostro Paese. Le fake news hanno contribuito molto alla rabbia e all’ira che si sono accumulate per molti anni. La copertura degli eventi deve iniziare ad essere equa, imparziale ed equilibrata o questi terribili problemi non faranno che peggiorare”, ha scritto su twitter.

Donald Trump parlando alla nazione dopo le tragedie propone di rafforzare i controlli sulla vendita di armi e chiede una riforma delle norme sull’immigrazione: “Non possiamo lasciare che coloro che sono stati uccisi a El Paso, in Texas e Dayton, Ohio, muoiano invano. Lo stesso vale per i feriti gravi. Non possiamo mai dimenticarli e tutti quelli che sono venuti prima di loro”, ha scritto su Twitter. “Repubblicani e Democratici devono unirsi e fare in modo che ci siano forti controlli sui precedenti delle persone che vogliono comprare le armi, magari unendo questa norma alla riforma sull’immigrazione di cui abbiamo disperatamente bisogno. Dobbiamo fare in modo che qualcosa di buono, se non addirittura grandioso, esca da questi due tragici eventi”. Trump ha detto chiaramente che il suprematismo bianco va sconfitto e cheper il reato di strage ci vuole la pena di morte. “L’intolleranza e il suprematismo bianco vanno condannati, è un’ideologia che va sconfitta”. E ha aggiunto: “L’odio non ha posto in America, distrugge le menti e le anime”, ha aggiunto il presidente Usa. “Prometto di agire con urgenza”: Trump ha concluso assicurando di voler agire con prontezza per fermare le stragi negli Stati Uniti.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi