Crisi del Kashmir, per adesso tra India e Pakistan è solo guerra di parole

giovedì 8 agosto 16:40 - di Redazione

Arresti a tappeto nel Jammu e Kashmir. Ma per ora è solo guerra di parole tra India e Pakistan. Le autorità indiane hanno fermato 400 attivisti e politici, dopo l’annuncio di lunedì della revoca dello status speciale dello stato garantito dall’articolo 370 della Costituzione. Hotel, guest house, edifici privati e pubblici sono stati trasformati in centri di detenzione, denunciano fonti locali citate da India Today. Sul versante politico la risposta è stata altrettanto ferma: il Kashmir è un “affare interno” e quelle del Pakistan sono “mosse unilaterali”. Il governo indiano replica così a Islamabad dopo la decisione di espellere l’Alto commissario indiano, il diplomatico di rango più alto in Pakistan. “I recenti sviluppi in merito all’articolo 370 (della Costituzione indiana) sono assolutamente una questione interna dell’India”, afferma un comunicato del ministero degli Esteri, che chiede a Islamabad di “rivedere” le ultime decisioni in modo da “tutelare i normali canali per i contatti diplomatici”. La nota pubblicata sul sito web del ministero difende le “recenti decisioni del governo e del Parlamento indiani” in nome dello “sviluppo”. Il Pakistan per parte sua ha escluso l’eventualità di una risposta militare: “Stiamo guardando alle opzioni politiche, diplomatiche e legali. Per quanto riguarda una risposta militare, non la stiamo considerando”, ha dichiarato il ministro degli Esteri Shah Mehmood Qureshi. Il governo pakistano ha però sospeso i collegamenti ferroviari con l’India dopo aver interrotto le relazioni commerciali. Il ministro delle ferrovie Sheikh Rashid ha reso nota la cancellazione del treno bisettimanale “Samjhauta Express” (Treno della pace) da Lahore a Nuova Delhi, nel quadro delle proteste di Islamabad per la decisione dell’India di revocare lo status speciale del Jammu e Kashmir. Per i collegamenti fra i due paesi rimane solo l’autobus su cui per il momento non sono stati fatti annunci.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi