Conte cerca e ottiene la benedizione di Bergoglio. Breve incontro col Papa ai funerali del cardinal Silvestrini

venerdì 30 agosto 18:31 - di Redazione

Mancava solo la benedizione pontificia al premier incaricato Giuseppe Conte che deve far nascere il governo giallo-rosso. Conte si è infatti recato ai funerali del cardinal Silvestrini ed è riuscito per qualche minuto con Bergoglio alla Basilica Vaticana. Lo conferma il portavoce vaticano Matteo Bruni.  “Questo pomeriggio – fa sapere il portavoce in una nota – a margine delle esequie del cardinale Achille Silvestrini, il Santo Padre Francesco ha incontrato brevemente per un saluto il Presidente del Consiglio incaricato, Giuseppe Conte, e con lui ha ricordato con affetto la figura del cardinale”.

La Chiesa guarda con attenzione, cautela, non senza preoccupazione, i vari passaggi delle consultazioni a Palazzo Chigi. Monsignor Filippo Santoro, arcivescovo di Taranto nonché presidente della Commissione Episcopale per i problemi sociali e il lavoro, afferma che “inevitabilmente è entrata nei nostri discorsi la questione governo. La situazione – afferma all’Adnkronos Santoro anche alla luce della frenata di Luigi Di Maio – è complessa e complicata. Si vede chiaramente dalle ragioni espresse dalle parti che questo accordo sta avvenendo non per un piano politico condiviso ma per evitare di andare alle elezioni. Questo è chiaro”.

Fa ricorso alla cautela anche l’arcivescovo di Ferrara-Comacchio mons. Giancarlo Perego che ammette però di avere apprezzato il discorso di Conte sul nuovo umanesimo e boccia il ricorso alla piazza di Matteo Salvini.

Il vescovo di Trapani mons. Pietro Maria Fragnelli, infine, con uno sguardo al capitolo migranti, ha lanciato un appello alle istituzioni nazionali e internazionali per sollecitare politiche capaci di fronteggiare “la condizione dei poveri del Mediterraneo”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • vito 31 agosto 2019

    ancora un’ennesima figuraccia.Vergognatevi||||Prima manda l’elemosiniere a sbullonate il contatore ENEL.Poi dichiara che Di Maio e Conte sono di casa in Vaticano mentre a Salvini non vuole neppure stringere la mano. Papa Francesco lei con i suoi atteggiamenti da rivoluzionario sta spaccando il paese in due cosa pericolosissima. La invito a trovare nel popolo italiano ciò che ci unisce piuttosto da ciò che ci divide.Si tiri fuori dalla politica faccia il Pontefice e non il rivoluzionario. Sta diventando molto pericoloso se non la finisce lei ci porta alla guerra civile. Saluti.

  • Lorenzo 31 agosto 2019

    La “chiesa conciliare” è da sempre al servizio dei poteri forti, della massoneria e del Nuovo Ordine Mondiale. Sarebbe ben strano che la neochiesa nata dal Concilio Vaticano II non desse la sua benedizione a chi è al servizio del Nuovo Ordine Mondiale.

  • 31 agosto 2019

    Dio prima li crea e poi li accoppia.
    Hanno parlato di quanti islamici devono invadere l’Italia?
    Hanno parlato dei tanti voltafaccia effettuati contro l’Italia?
    Hanno parlato dei tanti cristiani cattolici torturati e uccisi nei paesi islamici?
    Hanno parlato dei tantissimi problemi che attanagliano i cittadini italiani?
    Purtroppo,visto il loro comportamento tenuto finora, pensano solo al loro tornaconto.

  • In evidenza

    contatore di accessi