Carabiniere ucciso, arriva l’ennesima beffa: un altro collega di Cerciello indagato per la foto

venerdì 9 agosto 15:58 - di Redazione

Sono due gli indagati nel filone di indagine relativo alla foto di Chistian Gabriel Natale Hjorth, l’americano accusato di concorso nell’omicidio del vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega, bendato e ammanettato nella caserma dei Carabinieri di via in Selci. Oltre a chi ha bendato il giovane californiano è ora indagato anche chi ha scattato la foto. Le indagini degli inquirenti vanno avanti ora per individuare chi ha postato per primo l’immagine in una chat, arrivando poi agli organi di informazione, ricostruendo così tutti i passaggi. Anche se non è escluso, al momento, che possa trattarsi dello stesso militare che ha scattato la foto. Finora sono decine i militari ascoltati in tutta Italia.

Nei giorni scorsi si è invece svolto all’Hotel Meridien di Roma i sopralluoghi tecnici disposti dalla Procura per ulteriori accertamenti sulla dinamica della notte che ha portato all’omicidio del vicebrigadiere dell’Arma. «Abbiamo presentato una richiesta ufficiale per l’acquisizione di tutti i video della zona – ha detto al termine Roberto Capra, avvocato di Finnegan Elder Lee – Confidiamo che ci siano le immagini dell’incontro con i carabinieri e che così possa essere fatta chiarezza».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi