Berlusconi: «Salvini ha cercato di ricucire con i 5S. Questo crea un problema serio»

venerdì 30 agosto 13:59 - di Liliana Giobbi

Se la prende con la Lega, Silvio Berlusconi. Perché ha cercato di ricucire con i Cinquestelle. Boccia il nascente esecutivo giallorosso,  che è inaccettabile sotto ogni profilo. Dopo l’incontro con Conte, punta il dito verso Salvini. «Durante questa crisi di governo, il fatto che la Lega abbia proposto fino all’ultimo di risuscitare la sciagurata formula di maggioranza gialloverde, ha rappresentato e rappresenta per noi un problema politico molto serio. E su questo tutti gli elettori di centrodestra devono riflettere seriamente, perché così si è consegnato il Paese alla sinistra».

«Abbiamo manifestato al presidente incaricato il nostro doveroso rispetto istituzionale. Naturalmente gli abbiamo espresso il nostro dissenso nei confronti dell’operazione politica che si sta mettendo in atto, al tempo stesso fragile e del tutto inadatta a risolvere i problemi del Paese».

«A Conte», spiega Berlusconi, «abbiamo sottoposto le nostre priorità programmatiche, a partire dall’emergenza terremoto. Sono trascorsi tre anni da eventi traumatici che hanno messo in ginocchio ben quattro regioni. Non è da Paese civile il ritardo accumulato per avviare la ricostruzione, non vengono neppure utilizzati i due miliardi che siamo riusciti, intervenendo fortemente sull’Europa, a far dare al fine della ricostruzione».

«Il futuro governo, se nascerà, ha il dovere morale – aggiunge il leader di Forza Italia – di dare risposte concrete alle popolazioni colpite e anche agli amministratori regionali e comunali». Il primo banco di prova «della nuova maggioranza sarà per noi la manovra economica. Solo una visione liberale, improntata alla riduzione della spesa improduttiva e al rilancio degli investimenti, può consentire al Paese di uscire dalla stagnazione in cui le politiche sbagliate degli ultimi governi lo hanno immesso».

«L’aumento dell’Iva è un pericolo da scongiurare ad ogni costo così come è da scongiurare qualsiasi aumento della pressione fiscale o qualunque patrimoniale sulla casa o sui risparmi», conclude Berlusconi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi