Von der Leyen, il M5S passa al gioco duro con la Lega: «Vi siete condannati all’irrilevanza»

mercoledì 17 Luglio 14:37 - di Federica Argento

Botte da orbi. La guerra europea tra i due alleati di govero è un fatto gravissimo. L’attacco più duro alla Lega viene dal M5S. Il voto ad Ursula Von der Leyen alla presidenza della Commissione Ue,  in controtendenza rispetto alla posizione dell’alleato di governo, diventa uno strumento micidiale nelle mani del  Movimento 5 Stelle che si è ufficialmente schierato contro la Lega nell’Europarlamento e nell’Unione europea, sostenendo le forze filo Ue ed anti sovraniste. Un fatto gravissimo. Il che non sarà certo indolore per le sorti traballanti del governo gialloverde. Contenti loro. Contento il M5S che ora si sente in dovere di affondare contro la Lega come non mai.

M5S: «La Lega irrilevante»

Così il M5S sul blog. «Sull’elezione della Von der Leyen, dovete sapere che c’era un accordo. Ma questo la Lega non ve lo dirà mai – si legge nel lungo post – L’accordo era che anche i cosiddetti ‘sovranisti’, lontani dai partiti tradizionali, la votassero, sapendo che la ‘sua’ maggioranza non esisteva e in questo modo avremmo potuto condizionare ogni decisione futura in Europa. Tanto che gli stessi Paesi di Visegrad (tra cui Orban & co, alleati della Lega, hanno votato la Von der Leyen). Tutti erano d’accordo, con tanto di dichiarazioni pubbliche. Poi la Lega, all’ultimo secondo, ha deciso di sfilarsi. Perché…?  Forse solo per attaccare pubblicamente il M5S. Contenti loro, contenti tutti! Pur di colpire noi, la Lega ha scelto di condannarsi all’irrilevanza. Tutta questa recita è stata fatta solo per una manciata di consenso», attacca duro il M5S. Roba da ridere.

M5S all’attacco di Salvini

Ma non è tutto, la resa dei conti tra cinquestelle e Lega , dopo queste parole, sembra ditro l’angolo: «Mentre fanno finta di smarcarsi dalla Von der Leyen – prosegue il M5S – ora chiedono che venga nominato un leghista come vice della Von der Leyen. Avete capito bene: il vice presidente della Commissione vorrebbero fosse un leghista. Ma a questo punto, se questi sono i brutti e cattivi, lo sono sempre. Abbiano coerenza almeno in questo. Infine, giusto per buttarla in caciara, oggi tutti i giornali parlano di alleanza tra MoVimento 5 Stelle e Pd. Vogliamo ribadirlo, non faremo mai nessuna alleanza con il Partito di Bibbiano! Ma visto che il criterio dei giornali è questo, perché allora non parlano di alleanza tra Orban e il Pd?», chiude il M5S in un post ufficiale molto vicino al delirio e al suicidio tattico. «Giravolta a Bruxelles come a Roma sulle autonomie», chiosa Rizzato, del Gruppo Zaia. Una parola: inaffidabili.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • giovanni vuolo 18 Luglio 2019

    Tanto è inutile. Salvini ha messo la dignità sotto le scarpe ed i 5S possono tranquillamente prenderlo a pesci marci in faccia ogni giorno: lui accetta tutto, fa spallucce e va avanti, con questo Governo che sta procurando danni devastanti in economia, tanto che saremo costretti a vederci spiati sui risparmi bancari, in un clima di presunzione di colpevolezza, degno della peggior tradizione totalitaria.