Volano nei sondaggi i conservatori dopo l’insediamento di Boris Johnson: primi col 30%

domenica 28 luglio 17:10 - di Domenico Bruni

Da quando si è insediato alla guida del governo la scorsa settimana, Boris Johnson ha fatto guadagnare 10 punti nei sondaggi ai Tories. E’ quanto registra un sondaggio di Deltapoll, pubblicato oggi dal Mail, secondo il quale i conservatori, nell’ipotesi di un’elezione anticipata, sarebbero ora primi con il 30%. In vantaggio rispetto ai Laburisti, fermi al 25%. Ma è interessris ante notare come il rilevamento mostri come le posizioni si rovescino, con il Labour in testa, quando agli intervistati si prospetta la possibilità di una cambio anche alla testa dei laburisti, con la sostituzione del sempre più sotto pressione Jeremy Corbyn. I voti conquistati da Johnson, infine, sembrano sottratti soprattutto all’elettorato che ha garantito l’exploit elettorale alle Europee al Brexit Party di Nigel Farage.

Intanto il nuovo governo britannico guidato da Boris Johnson “lavora ipotizzando” che la Gran Bretagna lascerà la Ue senza accordo. Lo ha scritto oggi sul Sunday Times Michael Gove, il cancelliere per il Ducato di Lancaster, che nel governo di Johnson ha il compito di preparare l’eventuale no deal. La figura chiave del movimento del Leave ha ribadito che “l’intera macchina del governo lavorerà senza sosta” per preparare il no deal. Nell’articolo Gove afferma che tutto dipende dalla risposta che la Ue darà alla richiesta di Jonhson di nuove trattative: “i leader della Ue hanno, finora, detto che non cambieranno il loro approccio, c’è l’accordo non toccato, prendere o lasciare”. “Noi ancora speriamo che cambino idea, ma noi dobbiamo lavorare ipotizzando che non la cambieranno – ha concluso – il no deal è una prospettiva molto reale e noi dobbiamo essere sicuri di essere pronti”. Inoltre il governo britannico finanzierà “la più grande campagna di informazione” per preparare il pubblico, i singoli cittadini e le imprese, all’uscita dalla Ue senza accordo. E’ quanto scrive oggi sul Sunday Telegraph il cancelliere dello Scacchiere Sajid Javid, ministro del Tesoro del nuovo governo guidato da Boris Johnson.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi