Venezuela, l’opposizione accetta di riprendere il dialogo col dittatore Maduro. Monito di Putin

lunedì 8 luglio 15:08 - di Domenico Bruni

L’opposizione venezuelana accetta di riprendere il dialogo con il regime comunista di Nicolas Maduro. L’annuncio arriva direttamente da Juan Guaidò: il nuovo round negoziale, precisa, si terrà alle isole Barbados. “Ci rivolgiamo al paese e alla comunità internazionale, per annunciare che assisteremo ad una riunione con i rappresentanti del regime usurpatore alle Barbados, per avviare una dialogo verso l’uscita dalla dittatura”, ha annunciato Guaidò in un comunicato. I tentativi di avvicinamento tra le parti fatti a Oslo si erano congelati dopo la denuncia da parte di Guaidò dell’assassinio – il 29 giugno – del capitano di corvetta Rafael Acosta Arévalo durante la sua detenzione. Durante la parata del 5 luglio per celebrare l’indipendenza il presidente Nicolas Maduro aveva preannunciato per questa settimana “buone notizie” riguardanti i negoziati. Da parte sua il governo di Oslo conferma il nuovo tentativo negoziale tra governo ed opposizione in Venezuela, e precisa che il primo incontro tra le parti si terrà appunto alle Barbados questa settimana. L’annuncio è arrivato dal ministero degli Esteri a Oslo.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

In evidenza

contatore di accessi