Tav, ora dovete decidere: con i poliziotti e non con i violenti che la sabotano

lunedì 22 luglio 6:00 - di Francesco Storace

Smettetela con questa telenovela. Stavolta il governo Conte si fa male sulla Tav. E fa male all’Italia intera. Su quell’infrastruttura essenziale si gioca la credibilità di esecutivo chiamato a prendere decisioni ponendo fine ad una vergognosa ed estenuante melina. Non è sopportabile la coesistenza, ancora!,  di due linee alternative: i Cinquestelle per il No e la Lega per il Si’, mentre i violenti sfasciano tutto.

Sembra non contare nulla, nel dibattito politico, il costo dei danni provocati dai teppisti. Qualche centinaio di milioni di euro va puntualmente in fumo a causa loro. Ogni operaio al cantiere deve avere la presenza di due militari: sembra una guerra. Per non parlare delle conseguenze al turismo locale, i forestieri sono in fuga. Non è una zona tranquilla. Tutto questo accade perché c’è chi privilegia la strada dell’isolamento.

Non solo Torino-Lione, si tratta di un progetto strategico finanziato dall’Europa, rinunciarci significa soccombere rispetto al futuro, con gravissime conseguenze dal punto di vista economico e geopolitico. Gli estremisti dicono no.

Teppisti scatenati

L’altra notte si sono scatenati.  Un falò con fiamme alte quattro metri, il tentativo di forzare una cancellata, il lancio di grossi petardi e razzi di segnalazione nautica contro le forze dell’ordine in Val di Susa. Una ventina di attivisti sono stati identificati dalla Digos e denunciati. In testa, i soliti 50 balordi dei centri sociali torinesi.

L’Italia deve sopportare costoro. I NoTav hanno il potere di imporre a tutti noi la loro volontà, spalleggiati incredibilmente dalla componente grillina di governo? Salvini è stato certamente molto duro nei toni, nelle parole. Ma a chi dobbiamo rivolgerci per segnalare che sono i suoi soci di governo a dare manforte ai delinquenti che distruggono tutto e attaccano la polizia? Dice, giustamente, il ministro dell’Interno: “L’alta Velocità è l’emblema di un paese che vuole andare avanti e non indietro”. Bene, quando convinciamo Di Maio e soci? 

Anche perché in clamoroso contrasto dobbiamo ascoltare le parole incredibili del senatore grillino Airola, che è particolarmente sconnesso: “A Salvini, che dice che bisogna arrestare i manifestanti, rispondo che bisogna arrestare piuttosto i lavori” dichiara Airola. Che insiste con la solfa che è stato ampiamente dimostrato che il tunnel è «una fregatura per i soldi pubblici e le tasche degli italiani, abbiamo inoltre ceduto pure parte della nostra sovranità ai francesi». Questi sono pazzi da legare.

La rabbia di Meloni e Lollobrigida

Sconsolato e sacrosanto è il commento del capogruppo di Fratelli d’Italia, Francesco Lollobrigida, che su Twitter ha sparato un fulminante “non c’è limite all’imbecillita’”. Concetto ampliato dalla Meloni: “I violenti sono idioti per i quali ogni scusa è buona per sfogare tutta la loro stupidità e intolleranza. Spero che per questi personaggi che offendono i nostri uomini e donne in divisa ci sia una pena esemplare e soprattutto spero che questa volta il Pd e il M5S condannino questa gente, perché per ora stanno zitti e come sempre fingono di non vedere. Chi tace è complice“.

Ma, ahinoi, saremo costretti a vederne e subirne sempre di più se un resta in piedi un governo in cui uno come Toninelli continua a fare il ministro delle infrastrutture. Si blocca la Tav da oltre un anno con la sceneggiata dell’analisi costi/benefici. Ora tornano alla carica gli estremisti violenti. Ma non è più  possibile tenere i poliziotti impegnati a prendere sassate dai NoTav. E l’intero governo che deve dire solennemente che l’opera non si fermerà. Altrimenti tutti a casa. A piedi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • il Patriota 22 luglio 2019

    Se in tutti questi mesi i parassiti dei centri sociali ed i loro sodali cinquestellati fossero stati messi ingalera per attentato agli interessi dello Stato, a quest’ora il buco era fatto. La polizia dovrebbe rimandare indietro tutti gli oggetti incendiari, mandati da questi parassiti, che andrebbero cacciati dall’Italia!

  • giorgio 22 luglio 2019

    con la Polizia tutta la vita. Il 5 stelle e’, come gia’ ampiamente dimostrato, totalmente inaffidabile ed inefficente, mi auguro che il Salvini faccia bene i suoi calcoli; per quanto riguarda poi i cosiddetti “facinorosi”anti tav, leggi teppisti, che ne direste di una bella serie di manganellate?.

  • In evidenza

    contatore di accessi