Tav, Di Maio smentisce il Giornale: falso, la linea M5S non cambia

domenica 14 luglio 14:08 - di Redazione
Luigi Di Maio

Luigi Di Maio nega di aver mai detto che fermare la Tav costa, ora, il triplo e che, quindi, a questo punto, va fatta perché non si può piu tornare indietro, come ha scritto oggi Il Giornale.
«Si precisa che l’articolo apparso sull’edizione odierna de Il Giornale, a firma Antonella Aldrighetti, è – scrive in una nota lo staff del vice presidente e ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio – totalmente privo di fondamento a tal punto da rendere persino ardua la smentita stessa. Ogni parola o riferimento a fatti è frutto della fantasia della giornalista. Riguardo al Tav o al reddito di cittadinanza il vicepremier non si è mai espresso in quei termini e si coglie l’occasione per ribadire che sulla Torino-Lione la linea del M5S non cambia ora, né cambierà domani».

Secondo Il Giornale, all’incontro con la base il vicepremier grillino aveva scadito queste parole: «Non sto dicendo che abbiamo cambiato idea, ma fermare ora la Tav costa il triplo delle energie. Aver lasciato per cinque anni al governo il Pd ecco che cosa ha provocato. Quanto è stato difficile averli al governo con loro che remavano a favore dell’opera, adesso ci vuole il triplo delle energie per tornare indietro».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi