Sul Venezuela la Lega riconosce Guaidò. FdI: “Il Carroccio si libera dai talebani grillini”

giovedì 18 Luglio 18:29 - di Redazione

“La delegazione di Fratelli d’Italia al Parlamento Europeo, insieme all’intero gruppo dei Conservatori, ha contribuito attivamente alla stesura della risoluzione sul Venezuela approvata a larga maggioranza dalla plenaria di Strasburgo”. È quanto dichiarano in una nota gli eurodeputati Raffaele Fitto (co-presidente del gruppo ECR), Carlo Fidanza (Capodelegazione FdI) e Nicola Procaccini (coordinatore ECR in commissione LIBE). “Di fronte alla situazione drammatica in cui versa il Venezuela, con 6 milioni di persone in condizioni sociali disperate e più di 4 milioni di veri profughi tra cui moltissimi di origine italiana, riteniamo non più rinviabile un passo indietro di Maduro e del suo regime comunista corrotto, al fine di arrivare nel più breve tempo possibile alla celebrazione di nuove elezioni presidenziali libere e trasparenti, alla scarcerazione degli oppositori politici e all’attivazione degli osservatori internazionali per garantire questo processo. Ancora una volta il M5S sposa una linea filo-Maduro, contro gli interessi dell’Italia e dei tantissimi nostri connazionali, con passaporto o oriundi, che ci chiedono di porre fine a un regime vergognoso”.

Soddisfazione per il voto della Lega all’europarlamento è stata espressa da Andrea Delmastro, deputato di Fratelli d’Italia e capogruppo di FdI in commissione Esteri. “Il voto della Lega a Strasburgo sul Venezuela è un ottimo segnale perché finalmente si sottrae all’abbraccio mortale dei 5Stelle che la conduceva al fianco di una delle più brutali e sanguinarie dittature dei nostri giorni. Ho presentato, per Fratelli d’Italia, decine di risoluzioni in Commissione Esteri affinché il Governo riconoscesse Juan Guaidó presidente ad interim come tutte le altre nazioni europee, ma sono sempre state bocciate da una maggioranza ostaggio del talebanesimo pentastellato. Oggi stesso, alla luce della piacevole novità, chiederò l’immediata calendarizzazione di una mozione per il riconoscimento di Guaidó. La Lega può affrancarsi anche in Italia dalla sinistra ideologia grillina che pare avere una particolare predilezione per qualsiasi dittatore si agiti nel mondo”. Approvazione anche dagli azzurri: “Il mio impegno per la libertà dei venezuelani continua”. Con la risoluzione approvata oggi “il Parlamento europeo ribadisce il suo sostegno al presidente dell’Assemblea nazionale del Venezuela, Juan Guaidó, chiede aiuti umanitari e maggiori sanzioni per il regime di Maduro. Lo dichiara il presidente della Commissione Affari costituzionali del Parlamento europeo Antonio Tajani dopo il voto a Strasburgo sulla risoluzione che denuncia la grave situazione in Venezuela. Nicolas Maduro, prosegue Tajani, “è responsabile delle persecuzioni, delle torture e degli omicidi che continuano a colpire il popolo venezuelano. Dobbiamo porre fine al più presto alla sua spietata dittatura”. “Più di 7 milioni di persone – continua Tajani – hanno bisogno con urgenza di aiuti a causa della crisi umanitaria, economica e sanitaria provocata dal governo illegittimo di Maduro. Quasi 7mila persone sono state uccise durante le brutali azioni di repressione del regime solo nell’ultimo anno e mezzo. Oltre 3,4 milioni di venezuelani hanno lasciato il Paese”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *