Strazio senza fine, Simone non ce la fa: durante i funerali di Alessio muore anche il cugino 12enne (Video)

domenica 14 luglio 13:46 - di Martino Della Costa

Anche il piccolo Simone non ce l’ha fatta. il 12enne falciato a Vittoria nella maledetta serata di giovedì scorso da un suv che sfrecciava a velocità folle e che l’ha travolto mentre era sull’uscio di casa con il cuginetto Alessio, deceduto sul colpo e di cui proprio questa mattina si sono celebrati i funerali. Si arreso, Simone, nonostante l’intervento chirurgico dei giorni scorsi gli avesse amputato entrambe le gambe, il piccolo non ce l’ha fatta a sopravvivere e si è spento all’ospedale di Messina dove era ricoverato nei reparto di rianimazione. Ora il pregiudicato che era alla guida del Suv, accusato di omicidio stradale, aggravato dall’essersi messo alla guida in stato di ebbrezza e sotto effetto di cocaina, e omissione di soccorso, sulla coscienza ha anche la morte di Simone…

Vittoria, è morto anche il cuginetto Simone

Simone si è spento: il 12enne cugino di Alessio, 11 anni, anche lui morto perché investito giovedì sera da un suv lanciato a tutta velocità per le strade di Vittoria, nel ragusano, era stato ricoverato in condizioni gravissime a Messina e gli erano state amputate le gambe. «Purtroppo non abbiamo potuto salvargli gli arti inferiori che sono stati tranciati nell’incidente», aveva detto la direttrice dell’unità operativa di terapia intensiva neonatale del Policlinico di Messina, Eloisa Gitto, subito dopo l’operazione. Neanche l’amputazione chirurgica ha potuto salvare Simone che, dopo 3 giorni di agonia è spirato nel reparto di rianimazione dell’ospedale della città dello stretto. e mentre lui si addormentava per sempre, tutta la città di Vittoria si era riunita per l’ultimo saluto al cuginetto Alessio, morto sul colpo dopo l’impatto con suv.

Chiesa stracolma ai funerali dell’11enne Alessio

La chiesa era stracolma per i funerali, stamane, del piccolo Alessio. Tutta la città di Vittoria, nel ragusano, ha reso omaggio all’11enne, falciato dal suv insieme al cugino che si è spento proprio nelle stesse ore dell’estremo addio al giovanissimo congiunto. Nella Chiesa di San Giovanni c’erano più di tremila persone che hanno voluto testimoniare vicinanza e affetto alla famiglia della piccola vittima e per dire no alle scorribande di criminali che hanno spento la vita di un ragazzino. A celebrare la messa il vescovo di Ragusa Carmelo Cuttitta che ha ricordato l’insegnamento che la morte di Alessio potrà dare.«Oggi Alessio è con noi – ha detto il Vescovo – e lo sarà sempre. Il suo sacrificio non resti vano».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi