Sassoli (Pd) eletto presidente a Strasburgo. Il tifo da stadio di Zingaretti. Salvini: elettori non rispettati

mercoledì 3 luglio 13:19 - di Redazione

Al secondo scrutinio il pd David Sassoli, candidato ufficiale dei Socialisti e democratici sostenuto anche dal Ppe, è stato eletto presidente del Parlamento europeo durante la seduta plenaria a Strasburgo con 345 voti. La sua elezione è stata annunciata a Montecitorio dal deputato dem Emanuele Fiano. Alla prima votazione non ce l’aveva fatta per soli 7 voti, fermandosi a 325 preferenze.

“Mi candido perché credo che l’Europa sarà più forte solo con un parlamento europeo in grado di giocare un ruolo più importante – ha detto Sassoli nella sua dichiarazione di voto –  Dobbiamo essere tutti, comunque la pensiamo, impegnati nel costruire la casa della democrazia europea e questo parlamento deve essere la casa della democrazia europea”. Ha poi citato uno dei padri dell’Unione, il francese Jean Monnet: “Niente è possibile senza gli uomini, niente dura senza le istituzioni”.

Nicola Zingaretti gongola: “Vittoria! David Sassoli presidente del Parlamento Europeo. Un Italiano del Pd tra le massime figure delle istituzioni europee. Il Governo Italiano ha fatto danni e ci ha isolato. Il Pd c’è e conta, al servizio delle Istituzioni e del nostro Paese”.

Sassoli, 63 anni, fiorentino, una lunga carriera in Rai coronata dalla vicedirezione del Tg1, è a Bruxelles dal 2009 eletto nelle liste del Pd. Nel suo primo discorso da presidente dell’aula si è rivolto agli eruoparlamentari osservando che “è arrivato il momento di discutere la riforma del Regolamento di Dublino che quest’aula, a stragrande maggioranza, ha proposto nella scorsa legislatura”.

Per Matteo Salvini l’elezione di Sassoli non rispetta il voto degli elettori italiani ed europei: “Il Parlamento europeo – ha commentato – ha appena eletto un parlamentare del Pd presidente, un ex giornalista della Rai, magari ancora col contratto giornalistico della televisione pubblica. Bello, rispettoso, del voto degli italiani e degli europei avere un uomo di sinistra a presiedere il Parlamento europeo, magari con il voto di qualcuno di centrodestra, anzi sicuramente”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Sisko214 4 luglio 2019

    D’altronde c’era da aspettarselo.
    Le famiglie politiche che hanno vinto nel parlamento europeo non sono le stesse che hanno vinto in Italia.
    Era prevedibile che avrebbero eletto un loro rappresentante.
    Sicuramente l’on. Sassoli farà bene il compito che gli affideranno, e come tutti quelli di quella parte politica, avranno una finalità anti italiana.

  • Sandro Cecconi 3 luglio 2019

    Una richiesta alla Redazione: cortesemente mi potete dire se FI ha votato per il neo eletto?

    • Francesco Storace 5 luglio 2019

      scheda bianca

    In evidenza