Rissa tra bande di immigrati con spranghe e coltelli: un regolamento di conti. Panico in strada (Video)

sabato 13 luglio 17:32 - di Redazione

Siamo a Sant’Angelo Lodigiano e qualcuno riprende una scena di ordinaria, almeno quanto sconcertante, follia criminale: in strada si sta inscenando un violento regolamento di conti tra bande di immigrati stranieri che se le danno di santa ragione con spranghe e coltelli. I poveri, malcapitati passanti, sono terrorizzati: ed è il panico. Oltre che l’ennesima dimostrazione di quella che è l’altra faccia dell’accoglienza. Quella che affolla piccoli centri e grandi città di nutrite schiere di emarginati violenti che nemmeno i provvedimenti di allontanamento dal territorio riescono ad arginare e che testimoniano, ad ogni nuovo episodio rilanciato dalla cronaca il fallimento delle politiche d0integrazione tanto a care alle sinistre. Che ne pensano i buonisti di quest’ultimo episodio violento e di quelle che i guru dem dell’accoglienza  chiamano “risorse”?

Violenta rissa con spranghe e coltelli tra immigrati

Al momento non è dato saperlo: quel che è certo, però, è che la rissa con spranghe e coltelli non è passata inosservata a Riccardo De Corato, ex vice Sindaco di Milano e Assessore a Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale di Regione Lombardia, che sul suo profilo Facebook ha postato il video della vergogna. E del terrore, commentando come a sua detta sia drammaticamente «evidente il problema di integrazione di alcune culture». Ed esortando chi di dovere perché «i responsabili siano arrestati, scontino la pena e poi siano destinatari di provvedimento di allontanamento dal territorio», ha ribadito De Corato a riguardo anche al sito del Giornale di Lodi, rendendo noto che «è stato pubblicato sui social un filmato (il video riportato in basso) che ritraeva l’ennesima rissa degna di un film a Sant’Angelo Lodigiano».

Altro che integrazione: questa è cultura della violenza

Un cahier de doleances interminabile, quello riproposto da De Corato sul sito del giornale locale, che «dopo l’aggressione ai danni di due egiziani da parte di un albanese armato di taglierino avvenuta il 22 febbraio scorso, dopo la rissa tra rom scoppiata nella notte del 3 e 4 aprile alla Cascina Belfuggito con tanto di spari», ha visto anche una spedizione punitiva di romeni in auto con spranghe e coltelli». Insomma, ha quindi aggiunto in conclusione l’ex vice sindaco di Milano, «è evidente, in questo contesto più che in altri, che certe persone abbiano difficoltà ad integrarsi nella nostra società civile. Una scena come quella di ieri, con auto che si fermano in mezzo alla strada, portiere spalancate e persone che si inseguono brandendo spranghe, lame e falci, che ha terrorizzato i cittadini, evidenzia come per certe culture la risoluzione dei problemi si basi unicamente sulla violenza»…

Qui sotto il video della violenta rissa in strada a Sant’Angelo Lodigiano, preso dalla pagina Facebook di Riccardo De Corato

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi