Meloni: «L’Italia alzi la testa contro la prepotenza delle Ong» (video)

sabato 6 luglio 19:15 - di Marianio Folgori

«L’Italia alzi la testa contro la prepotenza delle Ong». È forte e deciso l’appello di Giorgia Meloni  affinché l’opinione pubblica del nostro Paese reagisca con fermezza e durezza ai nuovi atti di prevaricazione attuati con la nave “Alex” della Ong Mediterranea, che ha attraccato al porto di Lampedusa, violando sfrontatamente le nostre leggi,  con il suo carico di migranti. La leader di Fratelli d’Italia interpreta un sentimento di indignazione comune alla stragrande maggioranza degli italiani in un video postato sulla sua pagina Facebook. Meloni denuncia lo “scandalo” di un atto di prepotenza contro il nostro Paese, la nostra democrazia, la nostra sovranità  che viene compiuto con la complicità di una parte della politica nostrana. In particolare, la leader   di FdI denuncia l’inaudita corcostanza che a capo di una nave che sfida le leggi della  Repubblica ci sia un deputato di questa stessa repubblica come Erasmo Palazzotto (Sinistra Italiana). Giorgia Meloni annuncia anche che «Fratelli d’Italia presenterà una proposta di legge che preveda il sequestro immediato e la demolizione delle navi che non rispettano i nostri confini e le nostre norme. Tolleranza zero contro gli schiavisti del terzo millennio».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giorgio 9 luglio 2019

    Grande Giorgia…. ma purtroppo sei sola al parlamento… io le tue idee le condivido tutte e sei stata fin tropo gentile cone si suol dire, sei una vera signora! Alleati con Salvino e casapoub (anche se è uscito dalla politica) e andate a governare con oltre il 5p% così nessuno vi può più ostacolare

  • Fabrizio Piccari 8 luglio 2019

    Questa proposta di legge fatela PRESTO. Come esperto di redazione di testi “legali” e legislativi a prova di bomba, mi do disponibile alla revisione della bozza. Sarebbe un onore, per me, poter collaborare. Contatto: f.piccari@izs.it
    Fabrizio Piccari, giurista, patriota.

  • Il Patriota 8 luglio 2019

    Ultima proposta, e non la meno importante, è di andare a votare con una cordata tra Salvini, Giorgia Meloni, e Toti. Dei grillotalpa, accettare solo quelli che condividono gli ideali di destra.

  • Carlo Cervini 8 luglio 2019

    Totale consenso, purtroppo ristrette minoranze annidate nei gangli vitali del Paese possono vanificare qualsiasi legge o provvedimento e isolare o fiaccare la volontà di chi vuole intervenire…………..la Magistratura comunista, il Ministero della Difesa grillino, le alte gerarchie militari e Istituzionali social-catto-comuniste e un esercito di buonisti e accoglienti a spese degli altri. Bisogna lottare contro tutto e contro tutti………sursum corda!

  • rino 8 luglio 2019

    Se Salvini conta qualcosa, faccia in modo di togliere sovvenzioni e benefici fiscali a ONG e cooperative. Siamo stanchi di pagare tasse per loro.

  • eddie.adofol 8 luglio 2019

    L’unico modo è un sub che vada sotto la guglia della nave dove sta l’elica x fermare il motore di queste bagnarole in modo che non possono + muoversi ne avanti ne indietro, poi chiamare immediatamente la GUARDIA COSTIERA LIBICA x il salvataggio dei clandestini, PRIMA GLI ITALIANI VERACI. In Germania 4mila hanno fatto un corteo a favore della Carola, però da come si vede dal video sono + donne che uomini e, se c’è qualche uomo è pure Gay, è, alla donna che piace il nero, BOHHH.

  • Enzo Clerico 7 luglio 2019

    Per la sinistra le leggi di Salvini si possono interpretare e fare disobbedienza civile creando dei precedenti che porteranno conseguenze devastanti.
    Le leggi della sinistra vanno interpretate alla lettera. Se poi c’è da eliminare un avversario politico, democraticamente eletto dal popolo, queste si possono anche applicare retroattivamente secondo le necessità di palazzo. Sempre in nome della libertà e del potere del popolo (che però la pensa diversamente).

  • Fausto 7 luglio 2019

    Blocco navale, respingimenti con l’impiego della forza se necessario usare le armi come fanno Spagna e Australia Nuova Zelanda ma sparare con proiettili veri, anche con cannoncini. I marinai dei Guardiacoste non devono essere infermieri o badanti, sono dei militari addetti alla difesa dei nostri mari e delle nostre coste. Ritiriamo le nostre Missioni dall’estero e le navi ed intensifichiamo la difesa di tutti i nostri cconfini esterni ed interni. Non dobbiamo più fidarci di nessun paese della cosiddetta UE. Io sono favorevole ALL’ITALEXIT

  • pietro meucci 7 luglio 2019

    Ma il presidenticchio mozzarella che ca77o fa???

  • eddie.adofol 7 luglio 2019

    Ho letto un commento sul giornale che suggerisce di mettere delle barche attrezzate tra i barconi e le ong, in modo che queste non possono fare nulla x portarle a bordo ed in attesa della Guardia Costiera Libica, avvisata dalle stesse barche attrezzate, mi sembra una bella idea, poi se fallisse anche questa, dovrebbe starci l’affondamento delle ong ancora prima di prelevare a bordo questi negri clandestini. PRIMA GLI ITALIANI VERACI poi tutti gli altri, anche……i traditori e anti Italiani di sinistra. VERGOGNA!!!!!!!!!!

  • Giuseppe Tolu 6 luglio 2019

    Subito al voto cavolo! E referendum per lasciare subito questo baraccone di ubriaconi

  • In evidenza

    contatore di accessi