La Germania vuole dare ordini all’Italia: «Riaprite subito i porti ai migranti»

mercoledì 31 luglio 12:13 - di Monica Pucci

«Soluzione vicina», sul caso della nave Gregoretti, fanno sapere fonti del Viminale. Sulla Gregoretti, la nave della guardia costiera ormeggiata al porto di Augusta (Siracusa), si trovano ora 116 migranti lunedì sono stati fatti scendere 15 minori. Nell’imbarcazione c’è un solo bagno e “alcuni lamentano dei fastidi fisici. Dobbiamo accertarne l’entità”, ha spiegato il pm Fabio Scavone, che ha aperto un’inchiesta.

Intanto, dalla Germania, arrivano forti pressioni sull’Italia affinché metta fine alla linea dei porti chiusi. I toni sono perentori e categorici: «L’Italia apra i propri porti alle navi delle organizzazioni non governative che soccorrono i migranti nel Mediterraneo», ha detto il ministro dell’Interno tedesco, Horst Seehofer, secondo il quale “negli ultimi dodici mesi la Germania ha accolto 180 profughi soccorsi nel Mediterraneo”. Il ministro del governo Merkel si rivolge direttamente a Salvini: «Matteo, che senso che mettere sempre in atto la stessa procedura se finisce sempre che i migranti scendono a terra? Voglio evitare che si ripeta ogni volta lo stesso schema, con una nave con i migranti che aspetta 8 o 14 giorni davanti alle coste italiane e Salvini che non vuole che scendano a terra. Ma finisce sempre che scendono comunque a terra, vuoi perché i migranti collassano, si ammalano o ci sono donne incinta».

Magari se se ne accollassero un poco anche loro di immigrati, la soluzione sarebbe più semplice…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi