La Francia torna a farci lezioni e attacca Salvini sui migranti

martedì 2 luglio 9:15 - di Redazione

Nuova provocazione dalla Francia: l’Italia “non è un Paese indegno”, ma il comportamento del vicepremier e ministro dell’Interno italiano, Matteo Salvini, sulla questione dei migranti “non è accettabile”. A dirlo è la portavoce del governo francese, Sibeth Ndiyaye, intervistata questa mattina da BFM-TV sul caso Sea-Watch. Nell’intervista al celebre giornalista Jean-Jacques Bourdin, Ndiaye ha anche affermato che l’Italia non è stata “all’altezza” sull’accoglienza dei migranti.

Giudizio sprezzante

C’è da giurare che questa presa di posizione provocherà la reazione di Salvini con il conseguente dibattito tra le forze politiche. Certo è che diventa sempre più inaccettabile il giudizio sprezzante su chi rappresenta l’Italia. Anche perché viene soprattutto da quei paesi che hanno ostacolato ogni sforzo per sostenerci nella difficile gestione dei flussi migratori.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Silvia 2 luglio 2019

    Francia può fare lezioni in casa sua è non alla grande e forte Italia. Ma perché Francia non si permette a dire qualcosa a Putin?

  • In evidenza