La crisi entra nei “santuari” tedeschi: Deutsche Bank taglia 18mila posti di lavoro

domenica 7 luglio 20:39 - di Redazione

Deutsche Bank si appresta a tagliare circa 18 mila posti entro il 2022. È  l’intervento  sull’occupazione previsto dal maxi piano di ristrutturazione  dell’istituto tedesco. A annunciarlo è la banca in una nota. In questo modo, i dipendenti scenderebbero a 74 mila unità full time. Il costo della ristrutturazione dovrebbe attestarsi a  7,4 miliardi di euro. La banca ha comunicato di attendersi perdite  prima delle tasse di 500 milioni e di 2,8 miliardi dopo le tasse, nel  secondo trimestre del 2019. Il risultato rettificato per le perdite  vedrebbe un utile prima delle tasse di circa 400 milioni e un utile netto di 120 milioni. Deutsche Bank, duramente colpita dalla crisi  finanziaria di 10 anni fa, ha registrato profitti operativi nel 2018,  per la prima volta dal 2014.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi