In Liguria solita strumentalizzazione del Pd sul rapporto tra sindacati e giunta Toti

giovedì 25 luglio 12:19 - di Redazione

“È evidente come l’annunciato asse Pd – Cgil sia sinonimo di ‘disinformatia’ (la tecnica usata per alterare la realtà, ndr). I numeri parlano chiaro e rivelano un saldo positivo tra assunzioni e cessazioni di personale nei primi quattro mesi del 2019, confermando l’impegno di questa amministrazione sul tema del personale del sistema sanitario”. Così la vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale risponde alle critiche del Pd in merito al confronto con i sindacati sul tema del personale.

La posizione della vicepresidente Viale

“Nonostante la rappresentazione distorta da parte delle opposizioni del contenuto dell’audizione che si è svolta in Commissione dei sindacati – aggiunge Viale – sono molto soddisfatta di come, attraverso Alisa, ci si stia avviando verso procedure e percorsi omogenei in tutte le aziende sanitarie a favore dei lavoratori e del sistema nel suo complesso. Dal mio insediamento ho ribadito l’opportunità del mantenimento delle cinque Asl accompagnato dalla creazione di un’azienda che consentisse il superamento delle cosiddette “cinque Repubbliche”. È un percorso che non si fa in pochi mesi ma che, a partire dalla firma dell’accordo di alcune settimane fa con tutte le sigle sindacali per l’accentramento delle funzioni concorsuali in Alisa, stiamo portando a compimento. Inoltre il bando tanto atteso del concorso oss sarà pubblicato entro l’autunno e, dato atto che sono state concesse il 95% delle deroghe richieste dalle Asl, stiamo lavorando per eliminare quegli ostacoli burocratici perché si arrivi anche ad assunzioni più veloci.

“Buona discussione con i sindacati”

Quindi nessuna tragedia – sottolinea Viale – ma un lavoro importante concordato anche con le sigle sindacali che ringrazio per il confronto costruttivo e serio. Con loro abbiamo concordato oggi la definizione dei principali temi di discussione da proseguire a settembre in materia di concorso oss, affidamento ai privati della gestione di alcuni ospedali, organici, fondi per le retribuzioni accessorie, assistenza territoriale e applicazione contrattuale, stabilendo un preciso calendario di incontri”, conclude.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi