Continua la crociata personale del Pd Anzaldi contro il Tg2. Ma a sproposito

martedì 30 Luglio 19:34 - di Redazione

Il deputato del Pd Michele Anzaldi continua a prendere cantonate contro il Tg2. Nella sua crociata  stavolta si scaglia contro una delle giornaliste con maggiore esperienza e professionalità.  “La conduttrice di Tg2 Post, Maria Antonietta Spadorcia, inventa i fantomatici sostenitori di una presunta ‘par condicio’ tra il carabiniere ucciso e la foto dell’americano bendato per servire un assist propagandistico a Giorgia Meloni e al partito dell’odio: questa è informazione del servizio pubblico?”. Questa è l’incredibile dichiarazione dell’esponente del Pd, che sembra avere problemi di carattere personale con il direttore del telegiornale Gennaro Sangiuliano (nella foto)

Attacca anche la Meloni

E insiste: “O è disinformazione pagata con i soldi di tutti gli italiani? Dopo la finta intervista di Poletti a Salvini a ‘Uno Mattina’, altro episodio di servizio pubblico al servizio della destra”. Lo scrive su facebook pubblicando un video con l’estratto dalla puntata di ieri di “Tg2 Post”.

Mollicone: “Parli a sproposito”

Sacrosanta la replica che si becca: “Michele Anzaldi parla, come sempre, a sproposito. La professionalità di Maria Antonietta Spadorcia è inappuntabile -così come quella di tutta la redazione e della direzione del Tg2, a cui va la nostra solidarietà- e, come detto dal presidente Meloni, la gravità dell’uccisione di un uomo delle forze dell’ordine è, senza se e senza ma, nettamente superiore a quella di una misura cautelare applicata ad un soggetto in custodia, che è stato riconosciuto come pericoloso. Anzaldi, piuttosto, chieda alla Rai di parlare di Bibbiano e delle strane ed inquietanti connessioni con gli amministratori del Partito Democratico”. Così il deputato di Fratelli d’Italia capogruppo in commissione Cultura e componente della commissione di vigilanza per l’indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi, Federico Mollicone.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *