Bambini rubati alle famiglie: il prefetto sospende il sindaco Pd di Bibbiano

lunedì 8 luglio 15:43 - di Redazione
Bibbiano

Il prefetto di Reggio Emilia, applicando la legge Severino, ha deciso di sospendere dalle sue funzioni il sindaco di Bibbiano Andrea Carletti, del Pd, attualmente ancora ai domiciliari, misura confermata sabato dal gip Ramponi, nell’ambito dell’inchiesta Angeli e demoni.

Carletti,  per decisione della Prefettura (una decisione arrivata il 2 luglio ma resa nota solo oggi) è ‘sospeso dal diritto alla carica di sindaco di Bibbiano, a quella di consigliere provinciale e dalla delega alle politiche sociali che aveva all’interno dell’Unione dei Comuni della Val d’Enza’.

“Bene la sospensione da tutti gli incarichi del sindaco di Bibbiano Andrea Carletti dopo lo scandalo sugli affidi illeciti!”, ha commentato il vicepremier e ministro dell’interno Matteo Salvini, che aggiunge: “Ora auspico una corsia rapida in Parlamento per avviare la Commissione d’Inchiesta voluta dalla Lega sulle case-famiglia, troppe le segnalazioni di irregolarità e tanti i milioni di euro spesi senza controlli”.

In tutto gli indagati sul presunto scandalo degli affidi dei bambini e un sistema illecito di servizi sociali scoppiato nella Val d’Enza sono saliti a 29. Nel registro del pm Valentina Salvi si sono aggiunti i nomi di due ex sindaci: Paolo Colli e Paolo Burani, rispettivamente primi cittadini di Montecchio Emilia e Cavriago all’epoca dei fatti contestati.

Rigettata anche l’istanza di revoca della misura cautelare per lo psicoterapeuta Claudio Foti, della Onlus Hansel & Gretel, per Nadia Bolognini, moglie di Foti, e per Federica Anghinolfi, dirigente del servizio sociale.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Armando bettozzi 10 luglio 2019

    Armando Bettozzi

    Li…pupettìli….

    Sò le mode… L’hai visto co li cani…
    Se fanno li canili…E poi ce metti
    un cane …due…poi tanti…E poi aspetti…
    Quarcuno cià penzato: “…e li cristiani?!…

    Perché n se fa l’istesso co l’umani?
    Sì, a canili…a gattili…E si permetti,
    perché no …Ce scommetti
    che li potremo avécceli, un domani?

    A mme me pare ch’hanno già inizziàto…
    Propio sti ggiorni, guarda, llì, a Bibbiano…
    Che giro de pupetti…Che mercato!

    D’artrônne – aoh! – ormai senza più un freno
    te penzi ch’è un probblema!?…Te fa strano?
    ‘Nnàmo così!…Che qui … gnènte più …è osceno…!…

    Armando Bettozzi
    10 luglio 2019

  • In evidenza