Zeffirelli offeso nel giorno della morte da Montanari. Uno sfregio alla città di Firenze e alla cultura

martedì 18 Giugno 17:56 - di Redazione

“Tomaso Montanari non ha offeso solo la memoria di un grande artista ma di tutta Firenze e di tutti i fiorentini. Esprimere un giudizio è sempre lecito, insultare no. Per questo ritengo Montanari inadeguato a ricoprire ruoli istituzionali. E quindi chiedo al ministro Bonisoli che rinunci a nominarlo nel consiglio degli Uffizi e al sindaco di Sesto Fiorentino a evitare di utilizzare la sua collaborazione come consulente per la cultura”. Così il deputato fiorentino di Civica Popolare Gabriele Toccafondi.

“E pensare che Di Maio – continua Toccafondi – gli aveva proposto addirittura di diventare ministro”. “Chi definisce Zeffirelli, proprio nel giorno della scomparsa, un ‘insopportabile mediocre’, Oriana Fallaci ‘orrenda’ e la ‘Firenzina genuflessa in lutto’ – spiega Toccafondi – può essere consulente per la cultura di un sindaco o rappresentare un Ministero in un museo nazionale o addirittura essere indicato come ministro? Spero di no”. “Sarebbe necessario che il professore Montanari si scusasse e facesse una cosa che non sembra riuscirgli facilmente: rispettare le persone e la città di Firenze”, conclude Toccafondi.

Questo il tweet di Tomaso Montanari, docente e storico dell’arte, su Zeffirelli: “Si può dire che il Scespirelli era un insopportabile mediocre, al cinema inguardabile? E che fanno senso gli alti lai della Firenzina, genuflessa in lutto o in orbace, ai piedi suoi e dell’orrenda Oriana? Dio l’abbia in gloria, con Portesante e quel che ne consegue. Amen”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Di Loreto Alfonso 19 Giugno 2019

    Un povero idiota!