Terrore in spiaggia, torna l’incubo medusa portoghese: già 7 bagnanti feriti

lunedì 24 giugno 18:22 - di Redazione

La stagione balneare è appena cominciata e già sono 7, secondo quanto riferito dai siti di Leggo e del Messaggero, i bagnanti punti mentre prendevano il sole dalla medusa portoghese Man O’War, meglio noto come “la caravella”: un celenterato dal morso letale che, nel caso riferito dai siti sopra citati, ha colpito in tre diverse spiagge della Spagna, temporaneamente chiuse nella località di villeggiatura della Costa Blanca dopo che due delle creature simili a meduse sono state avvistate nell’acqua.

Incubo medusa portoghese: sono già 7 i bagnanti colpiti in Spagna

E allora, riferisce Leggo sul suo sito, «la prima è stata trovata sulla spiaggia di Mal Pas, una piccola insenatura tra le principali spiagge della città. L’altra è stata scoperta presso la famosa spiaggia di Levante. Di conseguenza, la balneazione è stata vietata durante i tentativi di rimuovere queste meduse che possono essere letali in caso di allergie. Per le punture sette persone sono rimaste ferite, cinque dei sette bagnanti sono stati portati in ospedale». Attivato tempestivamente un protocollo d’emergenza per la presenza in acqua della temuta “caravella”, è stato vietato il bagno e la bandiera rossa è stata prontamente issata dai bagnini per un’ora sulle principali spiagge di Levante e Ponente e per più di due ore sulla spiaggia di Mal Pas. E misure precauzionali sono state allestite anche nell’ospedale di Villajoyosa predisposte all’emergenza.

Protocollo d’emergenza in spiaggia e misure precauzionali in ospedale

Tra i 7 feriti e medicati, il web fa riferimento soprattutto al caso di una donna punta a Lorca, e che ha riportato segni lancinanti su tutto il corpo dopo il morso della medusa portoghese. Tutti parlano comunque di una dolorosa sensazione inferta da una sorta di pungiglione e del diffondersi immediato del dolore per tutto corpo. E dal racconto dell’amica della donna morsa dalla caravella si capisce bene la morsa scioccante: «“A soli dieci metri dalla riva – racconta Leggo sulla vicenda – ho avvertito un forte dolore al polso che mi è arrivato fino alle spalle. Sonorimasta paralizzata. Non potevo muovermi e potevo solo urlare” ha raccontato Naomi. La sua amica ha provato a usare una pinna subacquea per rimuovere i tentacoli, ma non è stata in grado di rimuovere la forte presa della creatura: i tentacoli blu erano appiccicati alla mia pelle e la mia amica si è resa conto che era una medusa portoghese o’war”»…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza