Sulla salute della Merkel indagano persino gli 007: è caccia alla cartella clinica

domenica 30 giugno 20:03 - di Lara Rastellino

Certo a giudicare da come sta muovendo i fili per conto della Germania sulla gestione dell’affaire Sea watch e sul ruolo della capitana tedesca del vascello della Ong teutonica, si dovrebbe dire che nessuna ombra può dirsi giustificata in merito ai timori paventati nelle ultime settimane sulla salute di Angela Merkel. E invece…

Il mistero della salute della Merkel: indagano persino degli 007?

Invece, mettendo in fila anche una serie di comportamenti istituzionali, a dir poco defilati, che hanno in qualche modo scatenato i rumors e i sospetti in merito al fatto che qualcosa non stia andando per il meglio; e sommandoli ai casi di tremore in pubblico che hanno turbato e non poco l’opinione pubblica tedesca (e non solo), il dubbio enucleato per la prima volta in queste settimane dalla Bild – e rilanciato da Il Giornale che riprende, approfondisce e commenta la vicenda e i suoi segreti – che addirittura siano stati sguinzagliati gli uomini di «un importante servizio di intelligence occidentale certo del fatto che il problema di salute della cancelliera tedesca sia di ordine neurologico», alimenta il mistero e infittisce il dramma. tanto che, addirittura, si parla di una “caccia alle cartelle cliniche” della cancelliera in grado di spiegare e giustificare tentativi anche estremi messi in atto per «comprendere – scrive la Bild e riporta Il Giornale – la reale natura di un problema, quello dei tremori, che l’ha condizionata anche a un evento con il presidente della Repubblica Frank-Walter Steinmeier».

Secondo la “Bild” è in corso una serrata caccia alla cartella clinica della cancelliera

Per ora, oltre a tanti interrogativi di ultima accezione che vanno ad aggiungersi a quelli improvvisamente apparsi sulla scena mediatica dal minuto dopo quegli strani tremori accusati in pubblico dalla Merkel, ci si può chiedere solo se il risultato di queste indagini d’intelligence sarà mai svelato e se, in qualche modo, quell’annuncio dato dalla cancelliera di un prossimo ritiro dalla politica, quel tenersi fuori dall’agone della cariche ai vertici della Ue, quel manovrare sempre più dietro le quinte, c’entrino qualcosa con il mistero della sua salute. un mistero esploso durante l’incontro con il presidente ucraino, Wolodymyr Zelensky, ormai diversi giorni fa a Berlino, quando la cancelliera – la cui salute non desta normalmente alcuna preoccupazione – ha avuto quell’evidente malessere. Prima di quel giorno, c’erano stati, come riporta tra gli altri l’Adnkronos, solo  due episodi, nel 2014 e nel 2017. Nel primo caso fu costretta a interrompere un’intervista televisiva per un calo di pressione e si riprese dopo aver mangiato e bevuto qualcosa. Una crisi di tremore la colse, invece, nel 2017 mentre si trovava in visita di stato a Città del Messico. Anche in quella circostanza, però, la sua reazione fu attribuita a disidratazione legata al clima torrido e particolarmente umido. Poi, per ultimo, quelle immagini che la ritraggono, poco dopo l'”accaduto”, al Bundestag, dove Merkel ha assistito al giuramento del nuovo ministro della Giustizia del governo federale. Immagini che non hanno tardato a diffondersi, alimentando congetture e interrogativi sulle condizioni di salute della cancelliera malgrado le rassicurazioni ufficiali; congetture e interrogativi su cui starebbero indagando, secondo la Bild, gli 007 di un non meglio precisato Paese occidentale…

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza