Sesso con minore, in aula il marito della prof. Le accuse nei suoi confronti

mercoledì 12 giugno 12:41 - di Redazione

È iniziata l’udienza presso il tribunale di Prato per incardinare il rito abbreviato del processo contro la professoressa 31enne accusata di aver avuto rapporti sessuali con un minorenne, oggi quindicenne, da cui ha avuto un figlio. La donna è accusata di atti sessuali con minore e violenza sessuale.

Sesso con minore, parla il marito

La procura di Prato aveva chiesto per lei il giudizio immediato, ma il collegio difensivo della donna, composto dagli avvocati Mattia Alfano e Massimo Nistri, ha chiesto al giudice di poter effettuare un rito alternativo, l’abbreviato. Questa mattina i due legali si sono presentati in tribunale assieme al marito della donna: «Vengo oggi a testa alta ad affrontare questo processo e come affronto la vita di tutti i giorni, sempre a testa alta». Nei confronti del marito l’imputazione è alterazione di stato, di aver cioè alterato lo stato civile del neonato perché, sempre secondo l’accusa, sapeva che il secondo nato non era suo figlio ma frutto dalla relazione della moglie con il ragazzino. Si è detto così sorpreso delle accuse mosse nei suoi confronti: «Dico la verità non me lo aspettavo».  Il legale Mattia Alfano ha spiegato: «Ci sono riti abbreviati e riti abbreviati, la scelta della signora e del marito di fare il rito abbreviato è per uscirne il più velocemente possibile». E poi ha continuato: «Oggi è la prima udienza, si tratta principalmente di un’udienza di appoggio, ci sono delle questioni preliminari che sottoporremo al giudice. Penso sarà un dibattimento breve, credo ci sarà un’altra udienza dove si arriverà alla sentenza».

 

 

 

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza