Salone del Libro, Fassino rinviato a giudizio per peculato, falso e turbativa d’asta

mercoledì 26 giugno 14:10 - di Redazione
fassino sinistra

Sono 26 le richieste di rinvio a giudizio chieste dalla procura di Torino a chiusura dell’inchiesta sulla vecchia gestione del Salone del libro. Tra questi ci sono l‘ex sindaco di Torino, Piero Fassino, gli ex presidenti della Fondazione, Rolando Picchioni e Giovanna Milella e l’ex assessore alla Cultura della Regione Piemonte, Antonella Parigi. Le accuse ipotizzate sono, a vario titolo, peculato, falso in bilancio, turbativa d’asta. Per tre persone a suo tempo coinvolte nelle indagini, tra cui l’ex assessore piemontese alla Cultura, Michele Coppola, le posizioni sono state stralciate. Lo scorso gennaio 29 persone avevano ricevuto l’avviso di chiusura indagini.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza