Rai, i grillini litigano tra loro in ascensore e salta tutto. È scontro: “Chiamate la neuro”

giovedì 13 giugno 10:08 - di Adriana De Conto

I cinquestelle danno spettacolo. E’ partita male la seduta della commissione di Vigilanza Rai, convocata questa mattina per votare le risoluzioni Pd e M5S sul doppio incarico di Foa. I  5 Stelle iniziano con il piede sbagliato, divisi a litigare fuori dell’aula, con l’inizio dei lavori che dunque parte in ritardo. Se prima di entrare a palazzo San Macuto il gruppo M5S aveva deciso di votare a favore dell’emendamento della Lega, una volta saliti in ascensore, il copione è cambiato improvvisamente. I grillini devono aver cambiato idea, raccontano i parlamentari presenti.

Rai, doppio colpo di scena

La seduta è stata, quindi, sospesa per 20 minuti perché la maggioranza non era presente e mancava il numero legale. Il gruppo M5S a quel punto è rientrato in Aula dicendo che avrebbe votato l’emendamento originale della Lega, ma dopo 30 secondi ha nuovamente cambiato idea ed è uscito dall’Aula. Di qui una nuova sospensione della seduta per mancanza del numero legale e le proteste di tutti gli altri commissari della Vigilanza.

Opposizioni scatenate

Le opposizioni saltano al collo di Lega e M5S.  «Indecisa se imboccare la strada della psichiatria politica o della neurodeliri, la maggioranza gialloverde nel frattempo riesce nell’impresa di bloccare la commissione di vigilanza Rai. Fanno tutto da soli: litigano e si ‘incartano’ senza alcun senso di vergogna e rispetto per le istituzioni e per la Rai. La pantomima di questa mattina con la Vigilanza convocata alle 8 e i 5Stelle a litigare fuori dalla porta, la Lega attonita e in fuga dalla commissione facendo mancare il numero legale segna un altro record degli incapaci: non c’è da sorprendersi, buoni a nulla ma capaci di tutto”. Furiosa la dichiarazione del gruppo di Forza Italia in Commissione di Vigilanza Rai. La sinistra si scatena – dal Pd a Leu- parla di «sabotaggio» , di «mancanza di rispetto» per le istituzioni, di «maggioranza gialloverde al capolinea». «Farò presente la gravità della situazione ai presidenti di Camera e Senato», strilla . il presidente della Vigilanza Rai Alberto Barachini che annuncia che scriverà una lettera a Roberto Fico e Maria Elisabetta Alberti Casellati dopo quanto accaduto durante l’esame delle risoluzioni del Pd e del M5s sul doppio incarico di Foa. Risoluzioni che sono rimaste impantanate a causa del comportamento del Movimento 5 Stelle che, di fatto, litigando e rimanendo fuori dall’Aula, non ha dato la possibilità ai lavori di iniziare.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi