Pupo: «Gelato gratis a tutti se chi ha dato fuoco alla donna disabile si pente»

giovedì 27 giugno 11:21 - di Redazione

«Se questa persona si pente e viene a chiedere scusa alla signora, offro il gelato a tutti». Così annuncia il cantante Pupo. I carabinieri hanno individuato l’uomo accusato di aver appiccato il fuoco alla camicia di una donna disabile. L’aggressione è avvenuta all’interno della gelateria “Gelato al cioccolato” a Ponticino (Arezzo), di proprietà del cantante.

Individuato l’uomo che ha agito nella gelateria di Pupo

È stata rapida l’attività dei militari dell’Arma di Laterina. Sulla base della denuncia presentata dal marito della donna hanno individuato l’autore del gesto. L’uomo, un 46enne italiano, tra l’altro, stava usufruendo di alcune ore di permesso durante gli arresti domiciliari. Molto colpito dall’accaduto, sia perché ambientato nella gelateria condotta dalle figlie, che per il fatto di conoscere bene la coppia vittima dell’episodio, Enzo Ghinazzi, vero nome del cantante Pupo, ha auspicato un lieto fine. Dalle pagine del Corriere di Arezzo, Pupo annuncia: «La giustizia faccia il suo corso ma l’invito è quello ad una presa di coscienza da parte dell’uomo che ha commesso l’atto. Se sarà così, gelato al cioccolato per tutti i presenti nel locale».

La coppia, come riferisce il Corriere di Arezzo, si trovava in via Nazionale, nel paese di Ponticino, che ha dato i natali a Pupo. Arrivati nei pressi della gelateria, c’era un gruppo di giovani – ha raccontato il marito al quotidiano locali – e, passati accanto a loro, la donna si è vista le fiamme addosso. Il marito le ha spento il fuoco, bruciandosi un po’ le mani

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza