Piombo nel sangue di un bimbo di 7 anni. “Intossicato dal rogo di Notre-Dame”

martedì 4 giugno 16:32 - di Redazione

Le autorità francesi hanno invitato le famiglie che vivono al centro di Parigi con bambini piccoli o donne incinte a sottoporsi a un’analisi del sangue per valutare il livello di piombo. E questo dopo che livelli troppo elevati di questa sostanza sono stati riscontrati in un bambino che abita nel quartiere dell’Ile de la Cité, dove sorge la cattedrale di Notre-Dame colpita dall’incendio del 15 aprile. L’Agenzia regionale della salute, responsabile del monitoraggio delle conseguenze dell’alto livello di piombo liberatosi in seguito all’incendio di Notre-Dame, ha scatenato un’indagine ambientale per identificare la o le cause del fenomeno riscontrato nel bambino e far luce su eventuali altri fattori in gioco, diversi dall’incendio.

Indagine ambientale dopo il rogo di Notre-Dame

Nel bimbo è stato rilevato un tasso di piombo nel sangue di oltre 50 microgrammi per litro, un quantitativo che richiede di verificare che i fattori all’origine dell’esposizione al piombo siano stati superati, oltre a un regolare monitoraggio del bambino. Il piccolo però al momento non richiede alcuna terapia medica, ha fatto sapere l’Agenzia sanitaria nazionale. In ogni caso “per precauzione” le famiglie con bimbi al di sotto dei 7 anni o donne incinte dell’Ile de la Cité sono state invitate a “consultare il proprio medico, che potrà prescrivere un’analisi del sangue per rilevare” il qu

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi