Nel M5S c’è chi si è “innamorato” di Salvini: «Solo con la Lega si fanno grandi cose»

lunedì 24 giugno 13:24 - di Luciana Delli Colli

Non solo polemiche, dimissioni, litigi e frecciate. Nel M5S c’è anche chi il rapporto con Matteo Salvini lo esalta: «Solo con la Lega potevamo e possiamo arrivare a grandi risultati». È il caso del deputato Sergio Battelli, non esattamente un peones, visto che ha anche incarichi: è tesoriere del gruppo pentastellato alla Camera e presidente della Commissione Politiche Ue.

La giustificazione: «Chi lavora commette errori»

«Ok, a volte litighiamo, non abbiamo idee uguali su tutto, non siamo fratello e sorella, lo abbiamo sempre detto. Abbiamo però un contratto di governo pieno di novità e necessità condivise per l’Italia», ha scritto Battelli sulla sua pagina Facebook. Il deputato, quindi, ha elencato una serie di provvedimenti fatti insieme alla Lega: reddito di cittadinanza, quota 100, spazzacorrotti, incentivi per il green, politiche di contrasto all’immigrazione, salario minimo. Battelli li ha rivendicati come prova della bontà del rapporto con il Carroccio, e poco importa che su alcuni vi siano stati scintille e bracci di ferro. «Non abbiamo fatto cazzate? Falso, ne abbiamo fatte, ma tutti quelli che lavorano commettono errori», è stata poi l’autoassoluzione.

«Grandi cose solo con la Lega»

«Questo è un pensiero, poi, c’è il mondo mediatico dove le narrazioni sono diverse», ha proseguito Battelli. «Il 4 marzo 2018 non abbiamo vinto, abbiamo fatto un grandissimo risultato ma – ha ricordato – non abbiamo vinto». A quel punto «le ipotesi erano due, o tornare al voto con le stesse liste o lavorare con un contratto in mano con chi condivideva la nostra idea di cambiare tutto». «Sono convinto – ha quindi rivelato il grillino – che solo con la Lega, in assenza di una maggioranza assoluta, potevamo e possiamo arrivare a grandi risultati. La critica è “Salvini è cresciuto e noi abbiamo perso consensi”, ma la legislatura non dura un anno…». «Non so dove mi collocheranno ora i vari giornali, se tra i pragmatici di governo, i fedelissimi o i governisti non mi interessa», ha concluso Battelli, postando a corredo del suo pensiero una foto gomito a gomito con il collega leghista Alessandro Giglio Vigna.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza