Ne hanno inventata un’altra: “Nonne contro la destra”. Il motto: «No al fascismo»

mercoledì 12 giugno 13:15 - di Mia Fenice

Non bastavano tutte le campagne della sinistra per bloccare avanzata della destra. L’ultima iniziativa “antifascista” arriva dal mondo di lingua tedesca e approda a Bolzano. Il movimento si chiama “Nonne contro la destra” e sulla falsariga del gruppo “Omas gegen rechts”, formatosi a Vienna con l’arrivo della Fpoe al governo, è nato ora un gruppo analogo a Bolzano. L’idea delle “nonne” è quella di «contrastare l’espansione delle destre, difesa della democrazia e diritti contro antisemitismo, razzismo e fascismo crescente». Il loro «grido di battaglia» è «guai a sottovalutare le nonne!».

Nonne contro la destra: dall’Austria all’Italia

Il movimento è nato nel novembre del 2017 in Austria tramite Facebook. A fondare il gruppo ci ha pensato una 71enne pastore protestante, che all’età della pensione ha pensato di mobilitarsi per opporsi all’avanzata dell’ex governo di destra a Vienna formato dal Fpoe, il Liberali di Heinz Christian Strache dall’Oevp.  Subito dopo Monika Salzer ha fondato il gruppo delle “Nonne” che in questi due anni è cresciuto anche in altri Paesi. In soli due anni di vita si è prima allargato alla Germania e poi ha sfondato in Alto Adige, fino ad arrivare a Bolzano. Le “Nonne” i legge sul comunicato sperano di «influenzare il discorso politico permettendo alle donne più anziane di fare sentire la loro voce sulle questioni che rappresentano una minaccia in tutta Europa».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Ben Frank 13 giugno 2019

    Antifasciste a Bolzano, dove nel salotto buono hhanno ancora le foto di Cecco-Beppe e Adolfino… se questa non è da ridere! Comunque è colpa della “buonanima”, che tentò di civilizzarli, i tognini, invece di sradicarli come fecero, e con successo, gli slavi.
    In quanto alle nonne, beh, ai kompagni ormai sono rimaste solo le vecchie rincogl**nite!

  • Silvia Toresi 13 giugno 2019

    Ma le “nonne” non si preoccupano di tutte le altre brutte cose che ci sono in Europa?

  • fabio dominicini 13 giugno 2019

    A Trieste i sinistri antifascisti coglioni hanno organizzato una raccolta di firme ( dicesi 1.800 ) per impedire la posa di una statua di Gabriele D’Annunzio, perché era un sovversivo fascista !

  • In evidenza