Napoli, la piccola Noemi dimessa dall’ospedale. Il papà: “Non ci sembra vero”

martedì 11 giugno 18:09 - di Redazione

Noemi, la bimba di 4 anni ferita in una sparatoria il 3 maggio a Napoli, è stata dimessa dall’ospedale pediatrico Santobono. La bimba, secondo quanto si apprende, ha lasciato l’ospedale questa mattina e si trova già a casa con i genitori. «Finalmente siamo a casa e speriamo di riposare tutti insieme. Non ci sembra vero». Queste le prime parole pronunciate al telefono con il suo avvocato Angelo Pisani, dal padre di Noemi.

Noemi è stata ferita lo scorso 3 maggio in Piazza Nazionale a Napoli da un proiettile partito nel corso di una sparatoria in pieno pomeriggio. Il proiettile le aveva trapassato i polmoni, causandole una ferita che i medici del Santobono hanno definito, dopo l’intervento chirurgico, “da guerra”.

Un’intera città col fiato sospeso per Noemi

La bambina è rimasta per tre settimane attaccata a una macchina che le permetteva di respirare fino a quando dai test clinici è emerso che i polmoni erano pronti a riprendere da soli la loro funzionalità. La bimba ha proseguito le terapie all’ospedale Santobono dove in tutti questi giorni sono stati con lei i suoi genitori, che hanno dormito in una piccola foresteria interna al nosocomio pediatrico.

Noemi sarà seguita con l’assistenza domiciliare

Le condizioni di Noemi sono progressivamente migliorate e alla fine della scorsa settimana i genitori hanno chiesto ai medici del Santobono se fosse possibile dimettere la piccola perché continuasse le terapie a casa, visto che ormai cammina, respira e si nutre normalmente. Dopo l’ultima tac e gli esami clinici approfonditi, il Santobono ha deciso oggi di dimetterla.

A seguire il suo recupero ci penseranno gli specialisti per l’assistenza domiciliare messi a disposizione dall’Asl Napoli 1. «La prenderemo in carico per le cure e la riabilitazione di cui avrà bisogno. Faremo scattare il protocollo e seguiremo il piano terapeutico di riabilitazione che i medici del Santobono ci forniranno», ha spiegato nei giorni scorsi il commissario straordinario dell’Asl Na 1 Ciro Verdoliva.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza