La Meloni sul governo alle comiche finali: basta farse! Pensate alle famiglie e alle imprese

martedì 4 giugno 13:55 - di Ginevra Sorrentino

Salvini forte del responso delle urne, prova a dare le carte al tavolo del governo e all’ennesima difficoltà cala l’asso e sferra l’ultimatum: «O le cose cambiano tra 15 giorni»…Subito prova ad arginare l’onda d’urto Di Maio che, in un post su Facebook, prova a rilanciare: «Questa è l’unica maggioranza possibile e che può servire meglio il Paese. Andiamo avanti con lealtà e coerenza. Dobbiamo cambiare ancora tante cose». Ma la sortita ha tutto il sapore di un bluff…

Meloni: basta farse, il governo pensi agli italiani che lavorano e producono

Non solo: vede il gioco della Lega e rilancia con un bluff Di Maio, che nel suo post social aggiunge pure che «ci sono due cose importanti dal punto di vista umano» per portare avanti il dialogo con la Lega e la vita del governo: «Chiedo che finiscano gli attacchi ai ministri del Movimento 5 Stelle, rispettando il lavoro di ognuno e, siccome nel contratto c’è ancora tantissimo da fare, non è certamente il momento per proporre temi divisivi mai condivisi fuori dal contratto». Intanto mentre tutti annunciano e confermano di voler proseguire con questo esecutivo, l’agenda parlamentare si blocca su un nuovo intoppo dello sbloccacantieri. E così, dopo il discorso-ultimatum di Conte e le reazioni dei due vicepremier, le opposizioni vanno all’attacco. A partire dai banchi di Fratelli d’Italia che, attraverso le parole della numero uno, Giorgia Meloni, all’esecutivo rimprovera di essere «alle prese con il “Gioco del cerino” tra Conte, Lega e M5S per vedere a chi affibbiare la responsabilità di far cadere il Governo prima di dover affrontare la legge di Bilancio. Lo avevamo purtroppo previsto, quando già nel 2018 denunciavamo che il Governo non sarebbe stato in grado di affrontare la nuova legge di Bilancio per le spese insensate sostenute e per la mancanza di una strategia di crescita economica. Conte e i partiti di maggioranza, se intendono essere credibili nella loro esperienza, dicano come intendono impedire l’aumento di IVA e accise e dove pensano di trovare i 40 miliardi necessari per la legge di Bilancio, al netto delle priorità che i partiti di maggioranza hanno elencato negli ultimi giorni. Questo interessa agli italiani, non i giochi di palazzo». E, rincarando la dose, poco fa la Meloni ha pubblicato un secondo post sulla farsa in corso a Palazzo e sul dramma che attanaglia il governo, dicendo: «Continuiamo a essere i peggiori in Europa per debiti non saldati alle imprese dalla Pubblica Amministrazione! E continuiamo a essere i primi per carico burocratico-fiscale… Abbiamo uno Stato schizofrenico, spietato quando si tratta di riscuotere e latitante quando si tratta di saldare. Un contrasto moralmente inaccettabile, che la politica deve sanare al più presto! Fratelli d’Italia si batterà strenuamente per questo, oggi dall’opposizione e domani speriamo in un governo finalmente amico di chi lavora e produce»!

Opposizioni all’attacco, FI: il premier prenda atto del risultato elettorale delle Europee

«Quando un premier parla alla Nazione dice qualcosa di importante. La conferenza di Conte segna una figuraccia per le istituzioni: mai si era palesata così evidente la figura di un premier che non decide, non conta e non governa», scrive su twitter Matteo Renzi. «Conte ha ammesso la paralisi, il disastro e il fallimento del suo governo che noi denunciamo da settimane», gli ha fatto eco con un post su Facebook il segretario del Pd, Nicola Zingaretti. E sempre dai banchi dell’opposizione, non ha dubbi Silvio Berlusconi: questo governo è al capolinea. «Invece di parlarsi e di chiarirsi faccia a faccia coi suoi vicepresidenti, Giuseppe Conte ha convocato una conferenza stampa per chiedere a loro se intendono proseguire con l’esperienza di governo o meno. È chiaro a tutti gli italiani che questa esperienza di governo è arrivata al capolinea, che l’esperimento è fallito e che i danni conseguenti vengono scaricati sui cittadini», ha affermato il leader di Forza Italia su Facebook, che chiede al premier di «prendere atto della situazione e del risultato elettorale delle Europee e di farsi da parte».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • BigBruceHighlander 5 giugno 2019

    Giorgia, con te e il tuo buon senso usque ad mortem!

  • In evidenza