La D’Urso vuota il sacco su Pamela Prati: «Per venire qui voleva un mare di soldi»

giovedì 13 giugno 14:47 - di Redazione

Tutta la verità su Pamela Prati. Barbara D’Urso decide di vuotare il sacco e parte un siluro contro la “ex promessa sposa” circa la sua mancata presenza  in studio a Live. Una storia di denaro, alla fine, ha mandato all’aria l’ospitata. “Ho un rapporto molto trasparente con voi – dice la D’Urso ai suoi telespettatori- . Quindi ho deciso di raccontarvi tutto, tutto”, esordisce la conduttrice. La Prati ne esce veramente male.

Barbara D’Urso vuota il sacco

Barbara D’Urso racconta: “Un paio di giorni fa gli avvocati di Pamela Prati ci hanno scritto chiedendo di replicare e di venire qui. Sarebbe stato a titolo gratuito. Non perché doveva raccontare a me -precisa la D’Urso-  ma aveva diritto lei di parlare con voi e dire a voi qual è la sua verità. Pamela ha posto una condizione: incontrarmi, vedermi e farmi vedere alcuni messaggi. Io ho detto va bene. Ieri alle 21:30 ( ossia mercoledì ndr ) è arrivata Pamela Prati appositamente da Roma insieme ai due avvocati. Era tranquilla e mi ha fatto vedere dei messaggi. Abbiamo chiaccherato per un’ora e mezza. Abbiamo concordato tutto».

«Non dico che è un ricatto, ma…»

Poi iniziao le complicazioni: «Da questa mattina sono cominciate un po’ di richieste particolari da parte degli avvocati. Prima hanno richiesto la lista delle domande, e poi mi hanno detto che io dovevo essere chiaramente dalla sua parte e io avrei dovuto alzarmi e abbracciarla. Nel tardo pomeriggio, arriva un messaggio al produttore della trasmissione da parte di un avvocato di Pamela. Diceva che aveva prelevato Pamela dall’albergo per portarla all’aeroporto. Non sarebbe scesa dalla macchina se non le avessimo garantito una cifra. Una cifra molto molto alta. Decine di migliaia di euro. Non voglio usare la parola ricatto perché mi sembra brutto. Una persona vi doveva delle spiegazioni, e io non intendo prendere in giro nessuno e giusto che voi sappiate come sono andate le cose». Figura barbina.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza