Genova, marocchino colpisce in testa un 41enne. Aveva precedenti (ma era libero)

lunedì 3 giugno 13:33 - di Fortunata Cerri

Aggredito in strada durante una lite e colpito con un tubo alla nuca. Si trova in gravi condizioni in ospedale l’uomo di 41 anni picchiato domenica sera in via Martiri del Turchino, nel ponente di Genova, da un 34enne marocchino, con precedenti per spaccio, con il quale aveva avuto una lite. L’autore del pestaggio, rintracciato nella notte dalla polizia nella sua abitazione, è stato arrestato. Ora deve rispondere di tentato omicidio. Il fatto, si legge sul Secolo XIX, è nato da una lite cominciata all’interno del circolo Arci Pianacci e poi proseguita in strada. Secondo quanto ricostruito dagli agenti delle volanti coordinati dal dirigente Alessandra Bucci, il 41enne, un operaio che vive nella zona, avrebbe difeso un anziano che stava litigando con il 34enne marocchino sull’arrivo dei migranti e le polemiche di accoglienza del nostro paese. È scoppiata la lite, che poi è proseguita per strada. Il 34enne immigrato ha colpito ripetutamente alla nuca la vittima con un tubo di gomma rigida con una guarnizione in metallo e poi l’ha preso a calci e pugni. Il 41enne è stato trasportato in codice rosso all’ospedale San Martino di Genova. Al momento si trova in sala operatoria: ha una caviglia da ricostruire e diversi traumi alle costole, ma non è in pericolo di vita.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza