Gelmini avverte Toti: «Rimbocchiamoci le maniche e basta ultimatum a Berlusconi»

sabato 29 giugno 11:55 - di Giorgia Castelli

«Dico solo che Toti non può pensare di imporre le sue ricette. Mi sento di dirgli che il suo posto naturale è in Forza Italia ed è urgente adesso sederci tutti al “Tavolo delle regole”. Non servono forzature, serve credere in un percorso condiviso. Non si può procedere come fa Toti a colpi di agenzie e di ultimatum a Berlusconi». Lo dice Maria Stella Gelmini, capogruppo di FI alla Camera in una intervista a Il Giornale. «Il percorso di cambiamento – avverte – non ha nulla a che vedere con il commissariamento dei coordinatori regionali o l’azzeramento della classe dirigente chiesta da Toti. Non si passa dai nominati di Berlusconi ai nominati di Toti. Si passerà dai nominati di Berlusconi agli eletti attraverso un processo democratico. Non mi pare che Toti sia stato eletto da qualcuno, per cui non spetta a lui imporre cambiamenti unilaterali o proporre soluzioni già confezionate».

Gelmini: «Facciamo ripartire Forza Italia»

E poi ancora: «In questi ultimi mesi abbiamo parlato più di alleanze che di contenuti. Le nostre priorità devono essere lavoro, impresa, formazione e autonomia dentro un processo di unità nazionale. Gli elettori sono interessati ai temi concreti che riguardano il loro quotidiano, molto più che alle regole interne di partito. Rimbocchiamoci le maniche, scriviamo insieme le regole e facciamo ripartire Forza Italia».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza