Gay Pride di Milano, il solito show volgare tra migranti, finti Gesù e un Salvini donna (video)

sabato 29 giugno 19:21 - di Redazione

Gli organizzatori parlano di 250mila partecipanti al Gay Pride di Milano, ma sui numeri, si sa, è difficile fare chiarezza. Quello che è certo è che anche stavolta la raffinatezza del messaggio non è stato il tratto dominante della manifestazione degli omosessuali. C’era un manichino del vicepremier Matteo Salvini, una maschera che raffigura il volto del Papa, ma c’era anche chi sfilava vestito da Gesù e tanti cartelli sull’amore libero tra le migliaia di partecipanti al Pride a Milano che da piazza Duca d’Aosta hanno raggiunto oggi pomeriggio piazza Oberdan. Tra ghirlande colorate e bandiere arcobaleno, è andato in scena il solito show un po’ volgarotto, tra cui un cartello con il volto di Salvini truccato da donna e la scritta ‘Sono la mamma di 60 milioni di italiani’.   Tanti i vestiti arcobaleni, anche  le coperte termiche con cui vengono soccorsi i naufraghi nel Mediterraneo. ‘Porti aperti come i nostri cuori’, era uno degli striscioni che viene sventolato, insieme a messaggi di sostegno alla Capitana Carola Rackete. E non mancavano messaggi politici: ‘l’unica cosa contro natura sono le persone che votano Lega’.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Fabrizio 1 luglio 2019

    E’ vero che carnevale viene una volta l’anno, ma, sinceramente, queste buffonate casalinghe cominciano a rompere!

  • Il Patriota 30 giugno 2019

    Perchè queste checche protette dal PD e da tutti partiti di sinistra, centri sociali, eccetera, non sfilano anche con le immagini di Maometto con la sposa bambina, con le donne musulmane coperte da palandrane nere, succubi dei loro uomini? Dimostrino se hanno coraggio, questi vigliacchi dagli orifizi aperti e sfondati

  • In evidenza