Frignano, bimbo di 3 anni beve acqua comprata al bar e vomita sangue. La corsa all’ospedale

martedì 11 giugno 10:43 - di Redazione

La situazione è precipitata in pochi minuti, A Frignano, in provincia di Caserta, una zia di un bimbo di tre anni ha deciso di entrare in un bar per rifocillarsi. L’ondata di caldo era forte, quasi insopportabile. Entrata nel locale, ha acquistato una bottiglia d’acqua. Come riportano i quotidiani locali, subito dopo aver bevuto la zia e il nipote si sono sentiti male.

Il malessere, la corsa da Frignano all’ospedale

La donna ha avvertito un forte bruciore alla lingua, mentre il bambino ha iniziato a vomitare, dicendo di avere anche un forte mal di pancia. Dalla sua bocca, però, è uscito anche del sangue. Immediatamente è scattato l’allarme tra i presenti, che sono accorsi in aiuto. Zia e nipote sono stati portati da Frignano all’ospedale Moscati di Aversa.

I medici hanno effettuato accertamenti di rito per verificare le condizioni di salute di entrambi. Il nipotino è stato, poi, trasferito all’ospedale Santobono di Napoli in prognosi riservata per intossicazione. La donna, invece, è ancora ricoverata al pronto soccorso del nosocomio di Aversa. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri del Nas, che hanno sequestrato la bottiglia di plastica, acquisito il referto medico, ascoltato i medici e la donna, che ha poi sporto denuncia.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi