Formula 1, la Ferrari impugna le penalità a Vettel. I big contro i giudici: «Follia» (video)

lunedì 10 giugno 13:25 - di Elsa Corsini

La Ferrari non intende restare a guardare l’epilogo del Gran Premio di Formula 1 del Canada che ha penalizzato Sebastian Vettel e “consegnata” la vittoria a Lewis Hamilton. La casa di Maranello è intenzionata ad appellarsi contro la decisione di punire il campione con una penalità di cinque secondi che gli è costata la vittoria a Montreal a favore del pilota della Mercedes. La Ferrari ha ora 96 ore per raccogliere le prove e decidere se presentare ricorso mentre sui social monta la protesta e i grandi ex campioni insorgono a favore del ferrarista.

L’ira di Vettel e la solidarietà di big

L’episodio clou della gara è avvenuto al 48esimo giro quando Vettel ha perso il controllo del posteriore della sua SF90 alla terza curva rientrando in curva 4 dopo essere finito sull’erba ma mantenendo la prima posizione. I giudici di gara hanno deciso che con quella manovra il pilota tedesco aveva lasciato la pista, traendo vantaggio e portando fuori strada Hamilton. Così gli hanno inflitto una penalizzazione di cinque secondi da aggiungere al tempo di gara che gli sono costati la vittoria con la beffa di aver tagliato il traguardo per primo. Furiosa la reazione del pilota tedesco della Ferrari che, ripreso dalle televisioni del mondo, toglie il numero 1 all’avversario Hamilton. Già nelle comunicazioni via radio nel corso della gara, il ferrarista si era mostrato incredulo per la decisione, evidenziando la totale mancanza di grip sugli pneumatici per il fuori pista appena avvenuto, che gli avrebbero impedito di avere il pieno controllo della sua SF90.

La Ferrari impugna la decisione dei giudici

«In questo momento non possiamo che essere delusi, come squadra nel complesso ma soprattutto pensando a Sebastian e al pubblico. Per quanto riguarda Seb, penso che non avrebbe potuto fare nulla di diverso da quello che ha fatto, motivo per cui abbiamo deciso di appellarci alla decisione degli steward», commenta il team principal Matia Binotto dal sito della Ferrari, «lasciamo il Canada con la consapevolezza che oggi, come per tutto il weekend, abbiamo dimostrato di essere competitivi e questo ha dato una dose di fiducia a tutta la squadra».

I tweet dei grandi campioni: imbarazzante

Il mondo della Formula 1 condanna senza appello la decisione dei giudici di gara, alcuni ex piloti su Twitter menzionano il duello di Digione tra Gilles Villeneuve e René Arnoux. «Io penso che il compito dei commissari sia quello di tutelare la sicurezza dei piloti, quando si fanno manovre pericolose, non quando si commettono errori dettati da una dura lotta. Quello che è successo non è accettabile, nel nostro amato e grande sport», commenta l’ex ferrarista Mario Andretti, vincitore del titolo iridato del 1978. «Nessuno dei commissari ha mai gareggiato in F1? Penalità folle», scrive l’ex pilota Mark Webber. «Davvero, davvero imbarazzante. Due grandi campioni che stavano lottando, un risultato fasullo. Vettel in quel momento era passeggero della sua macchina, cosa poteva fare di diverso?» ha twittato il campione del mondo del 1992 Nigel Mansell.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi