Camilleri è incosciente. Le condizioni dello scrittore restano gravi

martedì 18 Giugno 14:14 - di Redazione

Andrea Camilleri è incosciente e in sedazione farmacologica. Le condizioni di salute dello scrittore siciliano, padre del “Commissario Montalbano”, restano molto critiche, sostanzialmente invariate da lunedì, quando è stato ricoverato d’urgenza all’ospedale romano Santo Spirito per gravi problemi cardiorespiratori. È stato assistito dall’équipe dell’emergenza al Pronto soccorso e trasferito presso il centro di rianimazione.

Camilleri non è cosciente. Gravi le condizioni dello scrittore

«Le condizioni cliniche dello scrittore Andrea Camilleri sono stazionarie ma permangono critiche. Il paziente è sempre ricoverato presso il Centro di Rianimazione dell’Ospedale Santo Spirito con supporto respiratorio meccanico e farmacologico al circolo, sedazione farmacologica di protezione e monitoraggio dei parametri emodinamici». È  quanto si legge nel bollettino medico sulle condizioni dello scrittore diffuso a mezzogiorno dal direttore del Dea dell’ospedale Santo Spirito, Roberto Ricci. «Sono in corso ulteriori accertamenti diagnostico-strumentali per guidare le scelte terapeutiche – si sottolinea – I tempi di assistenza rianimatoria possono essere prolungati in questo tipo di patologia e il decorso clinico è condizionato dai parametri clinici e strumentali in continua rilevazione. La prognosi rimane riservata». Il prossimo bollettino medico è previsto per le 17.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *