A tavola “passa lo straniero”. Coldiretti: importiamo un miliardo di chili di pesce

sabato 15 Giugno 13:28 - di Redazione

Almeno a tavola, lo “straniero” è già passato. La denuncia arriva da Coldiretti Impresapesca, secondo cui quasi otto pesci su dieci consumati in Italia sono appunto stranieri a nostra insaputa. Tutta colpa della mancanza dell’obbligo dell’indicazione di origine sui piatti ordinati al ristorante che consente di spacciare per nostrani prodotti provenienti dall’estero. Ovviamente, si tratta di prodotti con minori garanzie rispetto al nostro. Coldiretti ha messo tutto nero su bianco nel rapporto Sos pesce italiano, presentato in occasione della giornata nazionale del nostro prodotto ittico proprio per farne conoscere e apprezzare caratteristiche e qualità, oltre che aiutare il consumatore a fare acquisti consapevoli nei mercati di Campagna Amica in città, nei porti, sulle barche e negli allevamenti. Nei mari italiani, spiega Coldiretti Impresapesca citando dati Istat del 2018, si pescano ogni anno circa 180 milioni di chili di pesce cui vanno aggiunti gli oltre 140 milioni di chili prodotti in acquacoltura mentre le importazioni dall’estero hanno ormai superato il miliardo di chili.

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi