Violenza sessuale a Bologna, immigrato abusa della figlia minorenne della compagna

sabato 4 maggio 11:16 - di Giorgia Castelli

Un immigrato di 38 anni, boliviano, è stato arrestato dalla squadra mobile di Bologna per violenza sessuale ai danni di una ragazza minorenne. L’ordinanza è stata messa dal gip del tribunale in seguito alle indagini, partite a marzo scorso con una segnalazione dei servizi sociali che riferiva di possibili abusi sessuali subiti da una giovane minorenne, nata a Bologna, da parte del convivente della madre. In particolare, secondo quanto si apprende, dopo alcuni problemi riscontrati in relazione al profitto e alla frequenza scolastica della bambina, la scuola aveva richiesto l’intervento del Servizio educativo scolastico territoriale e l’educatrice aveva convocato la madre e la ragazza per un colloquio di approfondimento della segnalazione.

Immigrato violenta una minore: il racconto

Nel corso di un colloquio preliminare, la madre aveva riferito all’educatrice di confidenze che aveva ricevuto dalla figlia in ordine a una violenza sessuale subita dal compagno convivente della donna. Inizialmente, dalle indagini è emerso un quadro familiare equilibrato e un buon contesto familiare, dove il disagio della ragazzina, difficile da interpretare anche dalla madre, si manifestava solo nel suo rifiuto a imparare la lingua spagnola, quella del convivente 38enne della donna. L’arresto è scattato in seguito all’accertamento di alcuni episodi accaduti tra febbraio e giugno 2018, iniziati con un palpeggiamento e finiti con un rapporto completo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza