Vincent Lambert, il giudice ordina: riprendete le cure. FdI: una notizia meravigliosa

martedì 21 Maggio 14:11 - di Redazione

La Corte di Appello di Parigi ha disposto che vengano riprese le procedure che tengono artificialmente in vita Vincent Lambert, il paziente francese tetraplegico di 42 anni condannato a morte dal Consiglio di Stato. È stato dunque accolto il ricorso dei genitori di Lambert, ferventi cattolici, che hanno lottato strenuamente per tenere in vita il figlio.

Lambert nel settembre del 2008 era rimasto tetraplegico a seguito di un incidente d’auto e da allora si trova in uno stato vegetativo giudicato irreversibile da diverse perizie mediche. Da anni il suo caso è al centro del dibattito pubblico e di un complesso caso giudiziario, in cui sono coinvolti, su fronti opposti, la moglie dell’uomo – favorevole all’eutanasia – e i genitori.

Le molte cause legali che hanno visto contrapposti la moglie di Lambert ai genitori sono dovute al fatto, tra le altre cose, che in Francia l’eutanasia è illegale, ma dal 2005 esiste la possibilità di attuare quella che viene definita un’eutanasia passiva, in cui i medici possono scegliere di fermare le cure a un paziente.

La notizia è stata commentata con soddisfazione da Giorgia Meloni: “Una notizia meravigliosa che ci riempie il cuore di gioia: Vincent è salvo e continuerà a vivere”. Fratelli d’Italia aveva manifestato solidarietà a Vincent Lambert con un sit in davanti al Parlamento.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica