Venezuela, l’ambasciata italiana accoglie un deputato di Guaidò che rischia l’arresto

venerdì 10 maggio 13:46 - di Redazione
venezuela

La Farnesina conferma l’ospitalità dell’Ambasciata italiana a Caracas ad Americo De Grazia, un deputato venezuelano che appoggia il leader dell’opposizione venezuelana Juan Guaidò che rischia l’arresto. Il ministero degli Esteri ha annuciato di aver accolto nella residenza dell’Ambasciatore d’Italia a Caracas il membro dell’Assemblea nazionale venezuelana di origine italiana che si oppone al regime di Maduro. Il deputato è una delle dieci persone legittimamente elette all’Assemblea nazionale, nei confronti delle quali, nonostante l’immunità parlamentare, il regime del Venezuela ha avviato un procedimento giudiziario suscettibile di determinarne l’arresto per aver partecipato al tentativo di sollevamento militare del 30 aprile. «L’Ambasciata opera in piena conformità alle convenzioni diplomatiche», si legge nella nota della Farnesina.

A rendere nota l’accoglienza concessa dal ministero degli Esteri italiano è stato lo stesso parlamentare tramite il suo account Twitter nel quale, oltre a ringraziare l’Italia ha ribadito la volontà di continuare a lottare per il suo paese e il suo impegno a difesa del Venezuela. «Porto avanti la lotta. #VenezuelaValeLaPena. E ringrazio l’accoglienza dell’Italia», ha scritto De Grazia, prima di precisare che con questa decisione non pretende di essere eroe né martire”. «Voglio solo essere utile al mio paese. Alla mia famiglia e soprattutto a mia madre ed ai miei figli, dar loro un pò di pace. So le limitazioni che questa scelta che mi sono visto costretto a prendere mi impone. Ribadisco il mio impegno per il Venezuela». L’ingresso di De Grazia nella sede diplomatica italiana – si legge su Europa Press – è avvenuta poche dopo che un altro dei parlamentari di opposizione privati dell’immunità, Richard Blanco, si era rifugiato nella residenza dell’ambasciatore argentino a Caracas. La deputata di opposizione Mariela Magallanes, sposata con un cittadino italiano, si era rifugiata mercoledì nella residenza dell’ambasciatore italiano a Caracas.

Juan Guaidó, il leader oppositore autoproclamatosi presidente ad interim del Venezuela, qualche ora fa, ha denunciato che il Servizio bolivariano di intelligence (Sebin) ha «sequestrato» Edgar Zambrano uno dei parlamentari ai quali è stata revocata l’immunità.. In un tweet, Guaidó ha avvertito: «Allertiamo il popolo del Venezuela e la comunità internazionale che il regime ha sequestrato Edgar Zambrano».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza