Un grammo di cannabis se compri il libro. Marina Berlusconi: la Mondadori non lo venderà

giovedì 23 maggio 17:28 - di Redazione

Le librerie della catena Mondadori non venderanno i titoli della collana “Read&Weeb-Grandi autori in erba” della casa editrice Plantasia, per i cui acquirenti c’è l’omaggio di un grammo di marijuana legale. È stata Marina Berlusconi, presidente di Mondadori, a rendere nota la decisione:  “Sono profondamente dispiaciuta come editore e prima ancora come madre per quanto accaduto relativamente al volume della collana Read&Weed, pubblicato dalla casa editrice Plantasia. Volume che la Mondadori non metterà in vendita nelle librerie con il suo marchio. La promozione della lettura è sempre stato per noi uno degli obiettivi più qualificanti, ma la nostra sensibilità di editori non potrebbe essere più lontana da metodi come quelli utilizzati da Plantasia”. Una mossa che è stata accolta da Maurizio Gasparri con soddisfazione: “Marina Berlusconi è una persona seria e lungimirante”.

La casa editrice Plantasia si era rivolta alle grandi catene di librerie italiane per la distribuzione della collana, tra cui Feltrinelli e Ibs, oltreché alla distribuzione online di Amazon. Fratelli d’Italia nel pomeriggio a Roma ha inscenato un flash mob di protesta davanti alla libreria Feltrinelli-Galleria Alberto Sordi in piazza Colonna. “Droga spacciata per cultura”; “L’erba sbarca in libreria”; “Non mandate in fumo la cultura”; “No alla cultura della droga libera”; “Liberiamo la cultura dalla droga”: questi gli slogan scelti per l’iniziativa organizzata da Maria Teresa Bellucci, capogruppo in commissione Affari sociali alla Camera e responsabile del dipartimento dipendenze di FDI, cui hanno partecipato il capogruppo del partito a Montecitorio, Francesco Lollobrigida, e Federico Mollicone, capogruppo in commissione Cultura.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • evelina iacattuni 24 maggio 2019

    Che incredibile, stiamo passando momenti di anticultura e soprattutto di coscenza, di rispetto, e di, forse, di indurre hai gióvani ed anche maggiori, perché no, all’uso della droga. La marijuana é l’inizio a drogue diverse…Cosa vogliono inventare.!!!

  • In evidenza

    contatore di accessi