“Un giorno da pecora”, Meloni scherza: «È ufficiale, la zucchina di mare esiste…» (video)

giovedì 23 maggio 16:10 - di Milena De Sanctis

Battute, aneddoti e tanta ironia. «È ufficiale, la zucchina di mare esiste». Giorgia Meloni va a Un giorno da pecora e parla degli eccessi e della burocrazia europea. Giorgio Lauro fa ascoltare un audio in cui la leader di FdI dice: «Non ne possiamo più di farci dire come possiamo cuocere la pizza da gente che mangia la pasta scotta con ketchup mentre beve cappuccino. Ma chi sono questi?». La Meloni ride e poi risponde: «Però è vero… L’Europa mette bocca su tutto». «Ma dove mangiano così?», chiede l’intevistatore: «In Europa del Nord».  E racconta un fatto: «Conobbi una ragazza tedesca  durante lo scambio culturale. Quando vennero in Italia avevo preparato l’amatriciana. La ragazza guarda il piatto, prende lo zucchero e lo spolvera come se fosse parmigiano… Quando sono stata a Berlino mi hanno fatto la pizza con la pasta frolla non so con che formaggio. La pizza l’ho mangiata perché ero disperata.  E poi ci dicono il formaggio non lo potete fare così… Ma preoccupatevi di come mangiate. A Bruxelles, sede del Parlamento europeo, il piatto nazionale è cozze e patatine fritte. Non va bene mischiarli. Questo è uno di quei temi  su cui l’Europa può fare meglio facendosi gli affari suoi… ognuno mangia quello che vuole, cucina le sue cose…».  E poi, battute su Fazio e Macron. E sulle zucchine di mare. Infine, arriva la domanda sulle elezioni: «È vero che vuole sorpassare FI?». «Io voglio far crescere Fratelli d’Italia. In questi giorni mi stanno attaccando  tutti ripetutamente M5S sta facendo l’inferno di cristallo, Tajani trova ogni occasione per insultarmi. Ma ho capito una cosa: quando tutti parlano di te vuol dire che le cose stanno andando bene». «Berlusconi dice che lei teme di non arrivare al 4%», dice l’intervistatore. «Secondo lei se le cose stessero realmente così parlerebbero in continuazione di questo? La mia soglia è ben più alta, ma aspettiamo lunedì. Spero che gli italiani questa volta ripagheranno una credibilità  e una serietà che FdI si è guadagnata sul campo. In Europa con noi non si fanno inciucioni con quelli della sinistra. Dopo le elezioni sarei per tornare alle elezioni. Ma ci sono i numeri per un’altra maggioranza, per adesso con Lega e FdI. Poi si vede, vanno chiarite alcune cose…».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Sandro Cecconi 23 maggio 2019

    Sempre le medesime domande stupide che stanno a dimostrare che i vari intervistatori sono dei perfetti ignoranti poiché non aggiornati del tutto sulle nostre idee portate avanti dalla Signora Meloni. A Roma si dice che: Sono de coccio e de marmo.

  • In evidenza

    contatore di accessi