Uccise i suoi due figli piccoli: Antonella Barbieri assolta perché incapace di intendere e di volere

venerdì 17 maggio 18:36 - di Redazione

E’ stata assolta per l’omicidio dei suoi due figli perché ritenuta “totalmente incapace di intendere e volere al momento dei fatti”, come risultato dalle perizie psichiatriche. E’ la sentenza emessa dal giudice per le indagini preliminari di Mantova, Matteo Grimaldi, nei confronti di Antonella Barbieri, 40 anni, residente a Suzzara (Mantova). Nel dicembre di due anni fa uccise i suoi bambini nati dal matrimonio con Andrea Benatti, Kim di 2 anni, soffocata in casa a Suzzara, e Lorenzo Zeus di 5, accoltellato nell agolena del Po a Luzzara. La donna aveva tentato di togliersi la vita, senza però riuscirci. Il giudice ha assolto Antonella Barbieri ma ha disposto il ricovero in una Rems, una Residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza per soggetti socialmente pericolosi, per un periodo di dieci anni. La donna è già detenuta in una struttura psichiatrica di Castiglione delle Stiviere (Mantova). Secondo le perizie, la donna soffriva di deliri acustici e visivi e più di una volta aveva detto di sentire delle voci.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza