Tumori, l’intelligenza artificiale batte i medici nella diagnosi precoce al polmone

lunedì 20 maggio 17:01 - di Redazione

Intelligenza artificiale “targata” Google Health batte radiologi esperti nella diagnosi precoce del tumore ai polmoni. Un nuovo sistema di intelligenza artificiale in grado di rilevare piccoli noduli polmonari maligni dalle tomografie computerizzate al torace, «con prestazioni analoghe o superiori a quelle di radiologi esperti», è descritto dal team di ricercatori del Google Health Research di Mountain View e della Northwestern Medicine su Nature Medicine. Questo sistema offre un sistema automatizzato di valutazione delle immagini per migliorare l’accuratezza della diagnosi precoce del cancro del polmone. In Usa il carcinoma polmonare è la causa più comune di morte correlata al cancro, con circa 160.000 decessi nel 2018. Grandi studi clinici in tutti gli Stati Uniti e in Europa hanno ormai dimostrato che lo screening del torace può identificare precocemente il cancro e ridurre il tasso di mortalità. Tuttavia ancora oggi molti tumori polmonari vengono rilevati in fasi avanzate, quando sono difficili da trattare. Il team di Daniel Tse ha sviluppato un modello di intelligenza artificiale ad hoc, addestrandolo con 42.290 immagini di tomografie computerizzate, per “insegnargli” a riconoscere la malignità dei noduli polmonari senza la necessità di un coinvolgimento umano. In pratica, questa volta il dottor Google ha lavorato da solo. I ricercatori hanno scoperto che il sistema basato sull’intelligenza artificiale era in grado di individuare minuscoli noduli polmonari maligni con un’accuratezza del 94 per cento negli oltre 6.700 casi utilizzati per il test.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

In evidenza

contatore di accessi