Sea Watch 3, oggi l’interrogatorio del comandante indagato. Salvini: «Vedete? Ho ragione io»

martedì 21 maggio 9:45 - di Eugenio Battisti
Sea Watch

Verrà interrogato oggi, a mezzogiorno, nei locali della Procura di Agrigento, Arturo Centore, il comandante della nave Sea Watch 3, sequestrata domenica dopo lo sbarco di 47 migranti a Lampedusa autorizzato  dal procuratore agrigentino, Luigi Patronaggio (lo stesso che ha ingato Salvini per il sequestro della Diciotti), che ha sfidato le misure del Viminale dei porti chiusi.

Il comandante dell’imbarcazione della Ong tedesca, battente bandiera olandese (ora ancorata al porto commerciale di Licata), è indagato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Centore, che ha nominato come difensori gli avvocati Leonardo Marino e Alessandro Gamberini, è il primo e finora unico indagato dell’inchiesta che era stata aperta, in un primo momento, contro ignoti. Lunedì, appresa la notizia dell’iscrizione nel registro degli indagati del comandante, il ministro dell’Interno, Matteo Salvini aveva esultato: «Il comandante della Sea Watch è stato indagato? Questo conferma che quello che dico non è sbagliato. Non sono io il cattivo con le Ong – ha aggiunto – e questo conferma quello che sostengo da mesi e cioè che favoriscono l’immigrazione clandestina e aiutano gli scafisti. E se c’è una Procura che lo conferma, il mio lunedì è un bel lunedì».

L’inquilino del Viminale, che ha appreso dello sbarco della nave domenica in diretta dallo studio di Massimo Giletti, aveva subito puntato il dico contro il magistrato (se vuole fare il ministro può candidarsi alle prossime. Le decisioni le prendo io): «È un segnale pericoloso far scendere altri immigrati perché se gli scafisti vedono che ce la fanno mettono altre donne e bambini in acqua. Il procuratore ha preso questa iniziativa senza avvisare il ministro dell’Interno che non ha dato alcuna autorizzazione». Più tardi, dopo la sollevazione dell’Anm, il vicepremier leghista aveva ammorbidito i toni: «Nessuno mette in discussione il lavoro dei magistrati. Ho pieno rispetto delle indagini e prendo atto con soddisfazione che è stato indagato il comandante della Sea Watch per favoreggiamento, a riprova del fatto che non è una fantasia quello che denuncio da mesi. Questi sono aiutanti degli scafisti e spero che la Procura vada fino in fondo. Salvini ha parlato di «evidenti connivenze tra trafficanti di esseri umani e aiutanti di esseri umani. Conto che questo sia stato l’ultimo viaggio illegale di questa nave fuorilegge».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi