Rampelli: «Lega-M5S, è un baratro. Conte è un peso piuma, Di Maio un gruppettaro»

mercoledì 29 maggio 13:40 - di Redazione
Salva Roma dalla droga

«Tra M5S e Lega Nord, i due attori protagonisti del governo nazionale tenuti insieme da un “peso piuma” come il presidente Conte, sulla politica economica c’è un baratro, due linguaggi diversi. La proposta del reddito di cittadinanza non l’avrebbe fatta nemmeno Togliatti, eppure è stata messa in campo dal “gruppettaro” Di Maio». Così Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi, nel corso della trasmissione Omnibus su La7. «La Lega – prosegue – per prevalere nella politica economica sull’estrema sinistra grillina, dovrebbe revocare subito il reddito di cittadinanza per destinare i 10 miliardi risparmiati al blocco del previsto aumento dell’Iva o per finanziare una quota parte della tassa piatta per dare immediato impulso all’economia. Ma in tal caso i grillini dovrebbero perdere la loro identità e ridursi a zerbino di Salvini. Dunque, se la criticità economica è per l’Italia la madre di tutte le battaglie, allora l’unica soluzione è rendere omogeneo il quadro di governo con la composizione di un centrodestra che oggi ha politicamente i numeri per farlo e fornire una scossa al nostro sistema socio economico», conclude Rampelli.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza